Il coach di Milano, Ettore Messina (Ansa)
Il coach di Milano, Ettore Messina (Ansa)

Bologna 15 ottobre 2020 – Prima sconfitta nella stagione regolare di Eurolega, giunta alla sua terza giornata, per l’A|X Exchange Armani Milano che cade sul parquet dell’Olympiacos Pireo per 86-75. Dopo aver superato Bayern Monaco e Villeurbanne, gli uomini di Ettore Messina cedono il passo ai greci, che ottengono la seconda vittoria consecutiva dopo l’exploit nel derby continentale contro il Panathinaikos. Partenza tutto sommato positiva per le scarpette rosse, che riescono a produrre ben 42 punti nel primo tempo. Gli ellenici sono con la testa nel match sin dalla palla a due iniziale, ma al loro cospetto c’è un'Olimpia tignosa e che trova in Sergio Rodriguez (18 punti) il suo punto di riferimento in attacco, arrivando a toccare le otto lunghezze di vantaggio (34-42).

Ripresa fatale

Al rientro dagli spogliatoi la truppa di Bartzokas è più in palla degli avversari, trascinata da un superbo Sloukas (17 punti e 11 assist) e da un solido Printezis. Harrison e McKissic sono i fautori di un parziale di 9-0 che ribalta gli equilibri spostando la bilancia in favore dell’Olympiacos, che respinge colpo su colpo i tentativi di rimonta milanesi nelle cui fila pesa lo scarso apporto di Delaney (1/7 al tiro) e Shields. Le triple del solo Michael Roll (4/5) non bastano ad impensierire i padroni di casa, premiati anche per una migliore circolazione di palla (20 assist).

Ko anche Brescia

In campo pure la Germani Brescia, impegnata in Eurocup e sconfitta in terra montenegrina dal Mornar Bar che si impone per 95-76 e consolida la vetta del girone B. Partita dominata dai locali, che hanno guidato sin dalla prima frazione (30-10) dovendo poi soltanto amministrare un cospicuo vantaggio mai messo in discussione dai lombardi. Inutili i 13 punti a testa per Burns e Sacchetti

Leggi anche: Eurocup, Trento e Bologna corsare

Davide Baselice