David Logan (Ciamillo)
David Logan (Ciamillo)

Bologna, 13 ottobre 2021 – Bilancio chiaroscurale, quello delle squadre italiane in questo mercoledì di coppe europee di basket: in Basketball Champions League è arrivata la seconda, pesante sconfitta della Dinamo Sassari che, dopo il ko rimediato contro Ludwigsburg, è stata travolta anche in casa dell’Hiberostar Tenerife, capace di imporsi con un perentorio 87-60 sui biancoblu. La compagine sarda è riuscita a tenere il passo degli iberici soltanto per un quarto: un tramortente 18-0 subito nella seconda frazione ha infatti fatto spiccare il volo ai padroni di casa che non si sono più voltati indietro raggiungendo l’apice della loro serata sul +27. A trascinare Tenerife in questa serata pressoché perfetta sono stati Fran Guerra (17 punti), l’ex Fortitudo Bologna Marcelinho Huertas (13 punti e 8 assist) e l’ex Virtus Bologna Julian Gamble (18 punti e 9 rimbalzi). Serata da dimenticare invece per la Dinamo – partita con un 1/11 da tre, diventato poi 6/21) – alla quale non è bastata la leadership di Jason Burnell (16 punti).
 

Reggio vince contro Gilboa Galil all'esordio in FIBA Europe Cup



Più che positivo, invece, l’esordio in regular season di FIBA Europe Cup della Unahotels Reggio Emilia che all’Unipol Arena ha schiantato gli israeliani dell’Hapoel Gilboa Galil con un secco 93-70. C’è l’inconfondibile timbro di Osvaldas Olisevicius sul successo degli emiliani: il lituano ha infatti conquistato la palma di miglior realizzatore del match con 21 punti. Suoi alcuni dei canestri più pesanti, che nel terzo quarto hanno permesso a Reggio Emilia – che nel frangente ha messo a segno un parziale complessivo di 33-20 – di prendere il largo. Più che positivi, però, anche i contributi di Arturs Strautins, autore di 15 punti, e di Bryant Crawford che ha chiuso in doppia doppia (11 punti e 10 rimbalzi).

Leggi anche - Eurolega, Milano implacabile: anche il Maccabi annichilito