Carlton Myers
Carlton Myers
Rimini, 15 marzo 2020 – Spiacevole disavventura per l’ex campione di basket Carlton Myers che è stato fermato dai Carabinieri di Rimini dopo essere stato sorpreso al parco a fare attività fisica assieme ad alcuni amici, pratica ammessa dalle nuove disposizioni governative a patto di mantenere le giuste distanze, ma non nella struttura in cui Myers e i suoi amici si erano recati visto che era stata chiuso al pubblico dal Comune.

L’ex azzurro – detentore del record di punti in Italia in una singola partita (87 segnati con la casacca di Rimini) e oro agli Europei del 1999 giocati in Francia – non è però incappato nella denuncia penale e su Instagram ha fatto pubblica ammenda scusandosi con un breve video: “Vi avevo invitato a restare a casa ma io ho pensato bene di uscire per fare un po’ di attività in un parco attrezzato. Eravamo in quattro e rispettavamo le distanze ma nonostante questo non si potevano utilizzare le strutture di quel parco. Sono stato pizzicato dai Carabinieri che professionalmente e giustamente hanno preso nota. Mi è dispiaciuto, ma devo fare i complimenti e scusarmi con i Carabinieri di Rimini che stanno dimostrando fermezza ma anche il giusto tatto con le persone. Non era mia intenzione non rispettare le regole.”