19 gen 2022

Basket, Serie A: Brindisi si prende lo spareggio per le Final Eight piegando Napoli

Qualificate alla Coppa Italia anche Sassari e Brescia

matteo airoldi
Sport
Wes Clark
 Happy Casa Brindisi - GeVi Napoli Basket
LBA Legabasket Serie A UnipolSAI 2021/2022
Brindisi 19/01/2022
Foto Giannuzzi / Ciamillo-Castoria
Brindisi basket

Brindisi, 19 gennaio 2022 – L’Happy Casa Brindisi spezza una striscia negativa di due sconfitte battendo 89-75 la GeVi Napoli e aggiudicandosi lo spareggio per un posto alle Final Eight di Coppa Italia in programma a febbraio a Pesaro. Il successo dei salentini permette però di gioire anche alla Germani Brescia e alla Dinamo Sassari che completano così il quadro delle partecipanti alle Final Eight, con la compagine bresciana che nel recupero di domani contro Pesaro avrà la possibilità di migliorare ulteriormente il proprio piazzamento al termine del girone di andata. Piuttosto netta la vittoria ottenuta questa sera dalla Happy Casa che ha preso il largo nella seconda frazione, nella quale ha piazzato un tramortente 27-7, e poi non si più voltata indietro resistendo agli ultimi assalti dei partenopei, arrivati fino al -7 a pochi secondi dalla fine. Sugli scudi, tra gli uomini di Vitucci, Nick Perkins con 21 punti e Lucio Redivo con 15. Niente da fare, invece, per Napoli che è giunta al quarto ko di fila e anche questa sera doveva fare i conti con un’assenza pesante come quella di Jason Rich e con un Arnas Velicka ancora in non perfette condizioni. Ai partenopei non è bastata l’ennesima doppia doppia di Jordan Parks, arrivato a quota 17 punti conditi da 10 rimbalzi.

La gara

I partenopei nella prima frazione sono riusciti a tenere il passo grazie alle iniziative di Parks e McDuffie, ma nella seconda frazione è arrivata l’improvvisa accelerata salentina, ispirata dalle combinazioni tra Josh e Nick Perkins. Un tramortente 15-2 – diventato come detto 27-7 a fine quarto con soli 3 canestri degli ospiti – che ha lanciato la fuga dei pugliesi, capaci di chiudere a +17 il primo tempo (44-27). Come già accaduto contro la Fortitudo, però, la GeVi non si è data per vinta e nella ripresa ha iniziato una lenta ma inesorabile risalita che ha portato dal -21 a 10’ dalla fine al -7 a poco più di 1’ dalla quarta sirena. Un tecnico a Pargo ha però stoppato le velleità degli uomini di Sacripanti che hanno definitivamente alzato bandiera bianca sotto i colpi di Chappell.

Leggi anche - Basket, coppe europee: Milano sorride ancora. Treviso alle Top 16 di Champions



 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?