Marco Belinelli (ANSA)
Marco Belinelli (ANSA)

Bologna, 17 marzo 2020 – Marco Belinelli – primo giocatore di basket italiano a vincere l’anello NBA, nel 2014 con i San Antonio Spurs con i quali ancora gioca – ha compiuto un gesto che ha confermato quanto lui sia un campione tanto sul campo quanto nella vita. Il cestista nativo di San Giovanni in Persiceto, piccolo comune in provincia di Bologna, sin dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus in Italia si è mostrato molto attivo sui social per monitorare l’evoluzione della situazione e sensibilizzare la gente sui rischi portati dal Coronavirus e ora è passato all’azione: assieme all’NBPA – il sindacato dei giocatori NBA – Belinelli ha infatti deciso di donare una somma in denaro all'Ospedale Maggiore di Bologna, struttura dove ha lavorato anche il padre, per l'acquisto di macchinari utili all'assistenza dei malati di Coronavirus.

“Da quando è scoppiata questa emergenza – ha spiegato il giocatore degli Spurs e della Nazionale in una nota – sono sempre stato in contatto con la mia famiglia e i miei amici in Italia. Mio padre è medico chirurgo e per tanti anni ha lavorato sia all’Ospedale Maggiore di Bologna sia all’Ospedale di San Giovanni in Persiceto. So bene quanto il lavoro di tutti gli operatori oggi sia ancora più importante. Aiuto come posso, da lontano, nella speranza di poter tornare presto a Bologna e ringraziare una a una tutte le persone che oggi sono in prima linea. Non mi sono mai sentito così tanto orgoglioso di essere italiano.” ù