Becky Hammon al fianco di Popovich e Duncan
Becky Hammon al fianco di Popovich e Duncan

 

Milano, 31 dicembre 2020 - San Antonio Spurs-Los Angeles Lakers è la classica partita che Oltreoceano definiscono "for the ages", destinata cioè a essere ricordata a lungo. All'AT&T Center si è scritta la storia. Ma non tanto per la sfida in sé, vinta dai gialloviola per 121-107, quanto per i traguardi centrati da due protagonisti: Becky Hammon e LeBron James. L'assistente del coach nerargento Gregg Popovich è diventata la prima donna ad assumere il ruolo di capo allenatrice di una squadra Nba in una partita ufficiale di regular season. Questo grazie all'espulsione di Pop, che le ha lasciato il timone in mano. "Ovviamente è un fatto molto importante - ha commentato Hammon - Provo a non pensare al grande significato di questo momento perché è davvero travolgente". 

Anche Lebron nella storia

 

Come travolgente è LeBron James. Nel giorno del suo 36esimo compleanno, il numero 23 dei Lakers ha firmato una prova da 26 punti e 8 assist, trascinando i suoi al successo. Ma quello che più conta è che King James ha aggiunto un'altra gemma alla sua corona, raggiungendo quota 1000 partite consecutive con almeno 10 punti a referto. "Cerco di prepararmi ad essere il migliore in ogni partita. E se gioco so che devo fare quello che serve per aiutare la mia squadra a vincere - le parole dell'ex Cleveland Cavaliers - Sono fortunato, perché sono riuscito a farlo per la maggior parte della mia carriera. Ringrazio i coach e le squadre che ho avuto per avermi permesso di essere me stesso e dare il mio contributo. Non ho mai messo un limite all’evoluzione del mio gioco. Mi sento bene come quando avevo 29 anni. Voglio continuare a spingere". Un messaggio chiaro per l'Intera Nba

Leggi anche: Eurolega, Milano sfiora il colpaccio contro il Cska