Mitchell Watt in azione (Ciamillo-Castoria)
Mitchell Watt in azione (Ciamillo-Castoria)

Bologna 7 settembre 2021 – Passo in avanti verso la qualificazione alle Final Eight di Supercoppa di basket per l’Umana Reyer Venezia che passa per 71-75 all’Unipol Arena ai danni della Unahotels Reggio Emilia nella terza giornata della fase eliminatoria della Supercoppa Italiana. I lagunari allungano la striscia positiva di risultati dopo il positivo esordio contro la Fortitudo. A trascinare la formazione di coach De Raffaele è il solito Mitchell Watt protagonista con 17 punti ai quali vanno a sommarsi ben 5 rimbalzi. Ottimo il contributo di Stefano Tonut che piazza 11 punti e 5 assist per i propri compagni. I reggiani trovano già nella prima frazione il + 11 con Olisevicius e Candi. Una bomba di Daye regala il provvisorio – 4 (24-20) ma l’inerzia sembra totalmente in mano ai padroni di casa che costruiscono anche tredici lunghezze di vantaggio. Un margine destinato ad assottigliarsi col passare dei minuti fino al sorpasso siglato da Echodas in avvio di ultima frazione (56-57). Strautins, Hopkins e Thompson da una parte con Philip e Tonut dall’altra tengono i giochi aperti con la guardia azzurra che sarà glaciale nel finale con un 4/4 ai tiri liberi che mettono al sicuro il risultato.
 

Treviso fa tris ma perde Imbrò

Fa tris di successi nel raggruppamento C la Nutribullet Treviso che si conferma prima della classe e supera ancora la Germani Brescia ed ipoteca il passaggio alla fase finale, competizione alla quale non prenderanno parte i lombardi che al Palaverde conoscono la parola eliminazione dalla qualificazione. Giordano Bortolani, ex di turno, è il mattatore dell’incontro con 21 punti sfiorando la perfezione dall’arco dei tre punti (5/6) con 22 di valutazione. L’avvio è alquanto equilibrato con gli ospiti che cercano lo strappo tra seconda e terza frazione con uno scatenato Della Valle (24 punti finali) che alimenta le speranze per la sua squadra in cui a mettersi in evidenza sono Laquintana e Petrucelli. La pausa di metà partita rischiara le idee ai veneti che producono un parziale di 19-4 con Bortolani e Russell (19 a referto con 6 palle perse) che rimettono in carreggiata la gara che registra emozioni fin quasi allo scadere della sirena finale quando è decisiva la bomba di Dimsa che chiude i giochi. Treviso non può gioire del tutto a causa dell’infortunio al braccio sinistro di capitan Mattia Imbrò costretto a lasciare anzitempo il parquet in barella per sottoporsi agli accertamenti di rito.