Toney Douglas (Ciamillo)
Toney Douglas (Ciamillo)

Varese, 6 marzo 2021 – La ventunesima giornata del campionato di Serie A di basket si è aperta con il clamoroso colpaccio della Openjobmetis Varese che tra le mura amiche di Masnago ha fermato la striscia vincente di Sassari – che era arrivata a otto successi di fila – sconfiggendola 89-75. Sugli scudi tra i lombardi, un Toney Douglas da 22 punti (6/10 da tre per lui) e 7 assist e Michele Ruzzier (17 punti). Sassari, reduce dalla sfida di Champions e ancora orfana di Bendzius e Treier, nel primo tempo ha provato a fare la differenza affidandosi a Miro Bilan ed Ethan Happ (15 punti a testa) e ha toccato il +9 a più riprese. Varese è comunque riuscita a tenere la scia aggrappandosi a Douglas e addirittura a piazzare la zampata del sorpasso in chiusura di tempo (41-39). In uscita dagli spogliatoi Sassari ha provato a riportarsi in testa ma l’ottima difesa varesina e i canestri di Ruzzier hanno permesso alla Openjobmetis di restare avanti e addirittura chiudere il terzo quarto sul 62-56. Il play triestino, in tandem con Douglas, ha poi completato l’opera nella quarta frazione ispirando il 27-18 che ha chiuso i conti.

La Virtus sgambetta Venezia

L’overtime di Lubiana non ha invece lasciato scorie nei giocatori della Virtus Segafredo Bologna che si è vendicata per la sconfitta patita in Coppa Italia, piegando 77-72 l’Umana Reyer Venezia. Sul successo dei bianconeri c’è la doppia firma di Milos Teodosic (17 punti e 9 assist) e di un Marco Belinelli decisivo e glaciale in lunetta nel finale (19 punti). Dopo un primo quarto chiuso a -3, la Reyer – priva di Michael Bramos e Austin Daye – ha provato, pur faticando nel tiro da fuori (1/11 iniziale da tre), ha cambiare passo con la difesa a zona che ha scompaginato i piani della Virtus che ha gettato alle ortiche ben 11 palloni e sbagliato sette delle nove triple tentate nei primi 20’, rientrando negli spogliatoi a -7 (33-40). I bianconeri hanno però avuto il merito di ritornare in campo con il giusto piglio e azzerare il gap con un 8-0 a inizio ripresa, dando vita ad un lungo testa a testa in cui la tensione non è certo mancata e che è stato risolto nei secondi finali dai sei liberi consecutivi realizzati da Belinelli.

Leggi anche - Eurolega: Zalgiris-Olimpia Milano 64-69. Colpo playoff