Sergio Rodriguez (LaPresse)
Sergio Rodriguez (LaPresse)

Bologna, 13 luglio 2019 - Mentre Oltreoceano Il mercato NBA regala colpi di scena e movimenti clamorosi giorno dopo giorno, qui in Italia le squadre di rilievo della Serie A di basket cercano di rinverdire i fasti di un tempo e ridare lustro al massimo campionato, che in questi ultimi anni ha sentito e non poco il peso della crisi, ingaggiando campioni di primo livello europeo e non solo: dopo i due volte campioni NBA Norris Cole e Mario Chalmers, che durante la scorsa stagione hanno calcato i parquet italiani, quest’anno dovrebbe toccare ad altri pezzi da novanta come Milos Teodosic, Sergio Rodriguez e Derrick Williams allietare con il loro estro e la loro classe i tifosi italiani. E’ notizia di questa mattina, infatti, che Teodosic, playmaker classe 1987, avrebbe accettato la ricca offerta (si parla di un triennale da 6.5 milioni complessivi) della Virtus Segafredo Bologna di Sasha Djordevic, suo commissario tecnico nella nazionale serba e pedina chiave in questa trattativa. I felsinei sarebbero così riusciti (il condizionale è d’obbligo fino alle firme) a battere la concorrenza di Maccabi Tel Aviv, Stella Rossa e CSKA Mosca (ex squadra di Teodosic), assicurandosi uno dei migliori interpreti europei del ruolo, che porta in dote un palmarès di tutto rispetto - in cui figurano anche un’Eurolega e due medaglie d’argento ai Mondiali e alle Olimpiadi - e anche un’esperienza in NBA dove ha vestito la casacca dei Los Angeles Clippers.

L’ingaggio di Teodosic, come detto, potrebbe però non essere l’unico di grande rilievo perché anche l'Olimpia Milano sarebbe ad un passo da un doppio grande colpo: in cerca di un rilancio dopo una stagione negativa, i biancorossi si sono affidati ad Ettore Messina a cui sono stati conferiti i pieni poteri sportivi per dare il là ad una vera e propria rifondazione sportiva che potrebbe partire con l’ingaggio del playmaker spagnolo Sergio Rodriguez: reduce da una stagione trionfale al CSKA Mosca – con cui ha alzato al cielo la seconda Eurolega vinta in carriera – sembra infatti diretto ai biancorossi con cui firmerà un contratto biennale. Il regista nativo di San Cristobal de La Laguna, così come Teodosic, porta in dote ai meneghini esperienza, classe, e una grande capacità di organizzazione della squadra che potrebbe contare su un altro elemento proveniente dal gotha della pallacanestro: stiamo parlando di Derrick Williams, seconda scelta assoluta al draft NBA del 2011. Il giocatore, dopo l’esperienza maturata al Bayern Monaco sembra infatti ad un passo dall'approdo in Italia. La Serie A, insomma, è pronta a rifarsi il look e a sognare di nuovo in grande.