Sergio Rodriguez, regista dell'Olimpia Milano (Ciamillo-Castoria)
Sergio Rodriguez, regista dell'Olimpia Milano (Ciamillo-Castoria)

Roma, 14 marzo 2021 – Nel ventiduesimo turno di regular season del campionato di Serie A di basket la capolista Ax Armani Milano risponde al successo dell’Happy Casa Brindisi, arrivato nell’anticipo del sabato contro la Virtus Segafredo Bologna, andando a vincere sul parquet della Germani Brescia. In fondo alla classifica nuovo acuto della Openjobmetis Varese che a domicilio supera la Carpegna Prosciutto Pesaro. Festeggia anche Cantù che vince il derby lombardo contro Cremona.

Nel posticipo la De Longhi Treviso vince in rimonta contro la Fortitudo Bologna e resta in piena zona playoff.E’ il “Chacho” Sergio Rodriguez il mattatore della sfida al PalaLeonessa. Il regista spagnolo di Milano – reduce dal ko di sette giorni fa a Trento - iscrive a referto 29 punti (6/8 nelle triple) supportato dai 14 di Brooks (con 8 rimbalzi). Partenza sprint per l’Olimpia che vola sul 24-13 ringraziando i vari Shields, Micov e Biligha. La sveglia per Brescia suona soltanto nella seconda frazione con un break di 10-0 che riapre una gara che sembrava già in cassaforte. Al rientro dagli spogliatoi è Kalinoski dalla lunga distanza a firmare la bomba della momentanea parità (53-53). Milano reagisce affidandosi a Rodriguez con un paio di triple (tra cui un gioco da quattro punti) che spaccano in due l’incontro a favore degli ospiti che toccano il + 20 (70-90). Per la Germani non basta la reazione nel finale.

Prosegue la sua rincorsa verso la salvezza la Openjobmetis Varese che, trascinata dal "ventello" di Luis Scola, ottiene il secondo successo consecutivo piegando la Carpegna Prosciutto Pesaro a Masgnago per 81-68. Match che vive di parziali sia da una parte che dall’altra. I prealpini tentano il primo strappo sul 18-7 ma devono fare i conti con Justin Robinson che tiene aperti i giochi (33-28) nel secondo quarto. L’ottima prova offerta da Egbunu, che domina il pitturato e vince il confronto con l’ex Tyler Cain (fermato a 5 punti e 11 rimbalzi), permette alla sua squadra nuovamente di riscappare ma non in maniera definitiva. Filloy rimette tutto in discussione ma Douglas e Ruzzier (9 assist) mettono al sicuro il trionfo.

Cantù risponde a Varese

L’Acqua San Bernardo Cantù risponde alla Openjobmetis aggiudicandosi il duello contro la Vanoli Cremona, chiamata ora a guardarsi le spalle in graduatoria. 92-85 il verdetto finale di un confronto che i brianzoli controllano con particolare sicurezza per circa trenta minuti arrivando a costruire diciotto punti di margine guidata da un solido Frank Gaines (24 punti). La truppa di Galbiati, che conserva la differenza canestri a proprio favore nel doppio confronto riuscirà a reagire soltanto nella frazione conclusiva (vinta nel singolo parziale) ma non al punto da ribaltare il punteggio nel tabellone. Nell’ultimo appuntamento di giornata canestri ed emozioni fra la De Longhi Treviso e Fortitudo, una classica della pallacanestro italiana. A spuntarla sono i veneti per 84-78, privi della stella David Logan, che soffrono per ampi tratti del confronto contro i felsinei (terzo stop di fila) capaci di sprecare ben otto lunghezze di margine dopo l’intervallo e incassare la rimonta della De Longhi nel quarto e decisivo quarto con la regia di Imbrò (sei falli subiti e suoi i tiri liberi negli istanti conclusivi) e l’eccellente prova di Giovanni Vildera (16+7). Inutili i 21 di Pietro Aradori per una Effe che non riesce ad abbandonare i bassifondi della graduatoria. Il Covid-19 obbliga al rinvio il match tra Banco di Sardegna Sassari e Dolomiti Energia Trentino.