Kevin Hervey (FotoSchicchi)
Kevin Hervey (FotoSchicchi)

Bologna, 3 ottobre 2021 – Cominciata con le vittorie negli anticipi di Treviso e Brindisi, la seconda giornata del campionato di Serie A di basket è proseguita con i netti successi delle big che non hanno tradito le attese: impressionante la prova di forza dei campioni d’Italia della Virtus Segafredo Bologna che hanno travolto 97-56 l’Openjobmetis Varese. Partiti con un 11-0, i bianconeri non si sono più voltati indietro e nella frazione finale hanno dato il colpo di grazia ai biancorossi, riusciti a siglare nel frangente soltanto 6 punti, a fronte dei 25 subiti. Sul successo dei bianconeri – ancora privi di Mannion e del nuovo acquisto Sampson (in arrivo anche il francese Cordinier) – ci sono le inconfondibili firme di Kevin Hervey, sempre più anima del gioco di Scariolo e autore di 23 punti e 11 rimbalzi, e di Kyle Weems che ha chiuso con 19 punti e 6 rimbalzi ma soprattutto con un +48 da record di plus/minus. Vittoria sul velluto anche per l’Armani AX Milano che era reduce dal colpaccio in Eurolega contro il Cska Mosca e che ha mandato ko la Dolomiti Energia Trento con un netto 93-72: gli ospiti sono partiti con il piede giusto ma Milano ha ben presto cambiato l’inerzia del match e, dopo aver chiuso a +15 il primo tempo (47-32) anche grazie all’ex di giornata Shavon Shields (19 punti con il 50% da due e addirittura il 75% da tre), non si è più voltata indietro conducendo in porto la gara senza patemi.

Bene Tortona, Cremona e Reggio Emilia

Primo sigillo in Serie A per la matricola Bertram Tortona che piega 79-77 la Germani Brescia, che resta quindi ancora a secco di successi: il match è rimasto per tutto l’arco dei 40’ nei bianri dell’equilibrio con protagonisti Amedeo Della Valle (21 punti) sul fronte bresciano e Mike Daum (16 punti e 10 rimbalzi) su quello piemontese. Proprio lo statunitense a una manciata di secondi dalla fine ha siglato il +4 della Bertram che poi è riuscita a proteggersi dalla rimonta biancoblu, la quale si è definitivamente arenata sull’errore conclusivo di Della Valle. Tutto molto più semplice, invece, per la Vanoli Cremona di David Cournooh (18 punti) che ha superato 94-78 la Fortitudo Kigili Bologna, che in settimana ha riabbracciato coach Antimo Martino e che si presentava all’appuntamento ancora priva di Fantinelli e del pivot titolare Groselle. I felsinei hanno rincorso Cremona per tutto il match senza mai dare l’impressione di poterla riacciuffare e nel finale hanno subito un 10-0 che ha chiuso i conti. Infine procede a punteggio pieno la Unahotels Reggio Emilia che nel posticipo ha sconfitto la neopromossa GeVi Napoli 102-90: il cambio di passo degli emiliani – guidati da Osvaldas Olisevicius (20 punti) e Leonardo Candi (16) – è arrivato nella ripresa con un break complessivo di 59-30 (35-20 nel solo terzo quarto), che non ha lasciato scampo ai partenopei, crollati sotto una pioggia di triple (14/25 dall’arco per Reggio).