Abass (Foto Ciamillo -Castoria)
Abass (Foto Ciamillo -Castoria)

Bologna 4 ottobre 2020 – Al successo esterno dell’anticipo di sabato di Reggio Emilia contro Trento, se ne aggiungono quattro nella domenica della palla a spicchi di serie A giunta al suo secondo appuntamento di regular season. Vincono la Virtus Bologna, l’Umana Reyer Venezia, la Openjobmetis Varese e l’Allianz Pallacanestro Trieste. Quest’ultima insieme ai lagunari, bianconeri e il duo Ax Armani Milano – Varese restano a punteggio pieno dopo ottanta minuti di regular season. Un tiro libero di Awudu Abass consente alla Virtus Segafredo Bologna di espugnare il PalaLeonessa di Brescia per 80-81. Una gara vissuta sul filo dell’equilibrio con continui strappi sia dall’una che dall’altra parte in cui a decidere è l’ex di turno dalla linea della carità. Per i felsinei diciannove punti di Teodosic spalleggiato dai 10 con dieci rimbalzi di Kyle Weems. Non bastano per la Germani i ventiquattro di Kenny Chery. Trenta minuti di buona pallacanestro non sono sufficienti alla Vanoli Cremona per portare a casa il successo contro l’Umana Reyer Venezia che si impone per 66-83 tirando col 63.3 % da due punti e beneficiando dei 15 punti di Jeremy Chappell e del cinismo di Daye-Tonut e Watt che nella quarta frazione danno la spallata decisiva contro una Cremona che si aggrappa alla verve di TJ Williams coi suoi diciannove punti in trentotto minuti di utilizzo. Boccone amaro per il Banco di Sardegna Sassari che cade all’esordio casalingo per 72-74 contro Trieste trascinata dai venti punti di Juan Manuel Fernandez. Il timbro su questo blitz è firmato Milton Doyle con una tripla insaccata a quattordici secondi dalla sirena finale.

Resta ancora a secco di vittorie la Fortitudo Lavoropiù Bologna che alza bandiera contro la Openjobmetis Varese che passa al Paladozza a distanza di ventidue anni dall’ultima volta pur senza il proprio capitano, Giancarlo Ferrero, risultato positivo al Covid-19 insieme all’assistant coach Vincenzo Cavazzana. Senza Adrian Banks (infortunio alla mano), i biancoblu litigano col ferro dalla lunga distanza ma riesce a tenere sotto controllo il match fino alla terza frazione. Due triple di De Vico e i punti di Douglas dalla lunetta scavano il solco decisivo sebbene i padroni di casa tentino il tutto per tutto con Happ, Withers e Aradori. Comodi, invece, i successi dell’Ax Armani Milano che domina la De Longhi Treviso per 104-64 dopo l’exploit in Eurolega sul parquet di Monaco di Baviera. L’Happy Casa Brindisi brinda al primo hurrà stagionale travolgendo la Virtus Roma (priva dell’infortunato Evans) guidata dai ventidue di D’Angelo Harrison per 92-67. Nel posticipo serale è l’Acqua San Bernardo Cantù a lasciare lo zero in classifica spuntandola sulla Carpegna Prosciutto Pesaro (81-72). Dieci assist (oltre a diciotto punti a referto) di Jaime Smith lo rendono l’mvp di un incontro che i brianzoli fanno proprio con un quarto periodo vinto con un parziale di 26-13.