Rashawn Thomas (LaPresse)
Rashawn Thomas (LaPresse)

Bologna, 11 maggio 2019 – È tutto pronto per il grande ballo finale della regular season del campionato di Serie A di basket. Domani sera, in contemporanea alle 20.45, si giocheranno infatti le ultime otto partite che stabiliranno la griglia definitiva dei playoff: l’Armani AX Milano, già certa della prima posizione, se la vedrà con l’Alma Trieste che per agguantare matematicamente la prima posizione ed evitare le trappole della classifica avulsa dovrà cercare il colpaccio con i meneghini. Già stabilite la seconda e la terza piazza che sono saldamente in mano alla Vanoli Cremona e alla Reyer Venezia (superata dai biancoblu domenica scorsa) che sfideranno rispettivamente la Grissin Bon Reggio Emilia e Germani Brescia che non hanno ormai più nulla da chiedere a questo campionato se non un ultimo successo.

A giocarsi quarta e quinta piazza saranno invece la Dinamo Banco di Sardegna Sassari, in striscia positiva da quindici partite, e la Happy Casa Brindisi di Franck Vitucci (cinquantesima panchina in A) che ha vinto quattro delle ultime cinque gare giocate. I salentini, che inseguono il loro record di vittorie in Serie A (diciotto), ospiteranno al PalaPentassuglia la Dolomiti Energia Trento che si gioca le residue speranze playoff (i bianconeri si qualificano se vincono e se al tempo stesso perdono Trieste, Cantù e Varese), mentre Sassari – che in caso di un suo successo e di un ko di Brindisi arriverebbe al quarto posto in virtù degli scontri diretti favorevoli – affronterà una Acqua San Bernardo Cantù che è attualmente ottava e vuole assolutamente vincere per restare nella griglia playoff.

Alla ricerca di un successo per mettersi in tasca l’aritmetica certezza di un posto tra le prime otto squadre della classifica c’è anche la Openjobmetis Varese che va a far visita ad una Virtus Bologna che vuole festeggiare al meglio davanti ai propri tifosi la conquista della Champions League FIBA. Conserva infine qualche speranza di agguantare l’ottavo posto anche la Sidigas che però deve assolutamente battere Pistoia e sperare nella contemporanea sconfitta di Varese e Cantù o in un arrivo a 32 punti con la stessa Varese e Trento. Ininfluente ai fini della classifica lo scontro tra Fiat Torino – matematicamente retrocessa dopo gli otto punti di penalizzazione ricevuti per irregolarità nei pagamenti INPS e IRPEF – e la Victoria Libertas Pesaro.