2 apr 2022

Basket, Serie A: Pesaro e Virtus si impongono negli anticipi del 25° turno

Successi preziosi per marchigiani e felsinei

matteo airoldi
Sport
featured image
Kyle Weems è arrivato a quota 16 punti

Bologna, 2 aprile 2022 – Nel primo dei due anticipi della 25^ giornata del campionato di Serie A di basket la Carpegna Prosciutto Pesaro di Tyrique Jones (20 punti e 15 rimbalzi) e Carlos Delfino (19 punti) ha trovato il quarto successo nelle ultime cinque uscite strapazzando la Bertram Tortona – al secondo ko di fila – 86-70. Alla fine del primo periodo, la Carpegna ha trovato la doppia cifra di vantaggio con tre tiri liberi di Moretti, su cui ha commesso fallo Severini: +11 per la squadra di Luca Banchi. La formazione ospite ha continuato a giocare con fluidità in attacco, mantenendo saldamente in mano la partita: +17 per gli adriatici alla pausa lunga 31-48. La differenza l’hanno fatta le triple al 20’: 0/10 per i Leoni, 6/15 per Pesaro. Tortona ci ha provato, tornando a -11 (59-70) nell’ultimo quarto, dopo che era scivolata addirittura a meno 19 al 30'. I piemontesi si sono accesi però troppo tardi in attacco, Pesaro non si è scomposta, ha ritrovato fiducia e coraggio, portando in porto il match senza più correre alcun rischio.
 

Virtus in scioltezza su Trieste



All’Allianz Dome di Trieste è invece arrivato il perentorio successo della Virtus Bologna padrona di casa – reduce dalla vittoria in coppa su Gran Canaria – che ha mandato al tappeto l’Allianz Trieste 92-81. Un +11 finale che non racconta forse appieno quello che è stato il dominio dei bianconeri che per tutto l’arco dei 40 minuti hanno tenuto in mano il pallino del gioco facendosi trascinare dalle prove maiuscole di Mouhammadou Jaiteh, dominante sotto le plance con i suoi 18 punti e 10 rimbalzi, e di Kyle Weems che è arrivato a quota 16 punti. L’unica nota stonata della serata dei felsinei è stato l’infortunio occorso a Jakarr Sampson. Bologna ha subito schiacciato sull’acceleratore chiudendo un primo quarto pressoché perfetto sul 34-16. Trieste non ha però mai perso la bussola e pian piano si è rimessa sulle tracce della Virtus riuscendo, grazie alla grande serata di Adrian Banks (27 punti) e Andrejs Grazulis, a ricucire lo strappo fino all’85-81 a 2’ dalla fine. A quel punto ci hanno pensato Cordinier e Jaiteh a togliere le castagne dal fuoco.

Leggi anche - Italia-Russia di basket, Petrucci tira dritto: "Non scendiamo in campo"

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?