17 gen 2022

Basket, Serie A: Pesaro sgambetta Milano. Bagarre per gli ultimi posti alle Final Eight

I risultati della 14^ giornata di campionato

matteo airoldi
Sport
Davide Moretti
Carpegna Prosciutto Pesaro - AIX Armani Exchange Milano
Legabasket LBA Serie A UnipolSai 2021-2022
Pesaro, 16/01/2022
Foto B.Costantini / Ciamillo-Castoria
Pesaro-Milano

Bologna, 16 gennaio 2022 – Si assottiglia a due sole lunghezze il divario tra la capolista del campionato di Serie A di basket, l'Olimpia Milano, e la Virtus Segafredo Bologna: dopo il successo dei bianconeri nell’anticipo di ieri, è infatti arrivata la caduta decisamente a sorpresa dei meneghini, battuti 85-82 dopo un tempo supplementare dalla sempre più sorprendente Carpegna Prosciutto Pesaro di uno strepitoso Matteo Tambone (21 punti). All’Olimpia non sono invece bastati i 28 punti in tandem di Devon Hall e Malcolm Delaney. A +4 a 17” dalla fine del quarto quarto, Milano ha subito la rimonta di Pesaro che ha portato il match all’overtime grazie all’ex di giornata Davide Moretti e poi ha piazzato il colpo di reni vincente grazie ai liberi di Larson e Tambone. La tripla finale di Delaney si è infatti spenta sul ferro.

E’ invece piena bagarre per gli ultimi posti in chiave Coppa Italia a quota 14 punti: pesante il successo della Dinamo Sassari che, dopo aver sconfitto la Fortitudo nel recupero infrasettimanale, ha superato anche la Dolomiti Energia Trento 89-80. Sugli scudi, tra le file della Dinamo, Gerald Robinson con 23 punti ed Eimantas Bendzius con 18. I biancoblu, dopo aver a lungo condotto e subito il rientro nel terzo quarto dei trentini, hanno accelerato nella frazione finale con le stilettate dalla lunga di Robinson, Kruslin e Logan.

Brescia sul velluto. Fortitudo non più ultima

Tutto facile per la Germani Brescia che ha colto la terza vittoria consecutiva travolgendo 88-67 una Happy Casa Brindisi sempre più in crisi. Prima dell’intervallo lungo, la Germani ha allungato a +9 con le bombe di Naz Mitrou-Long (22 punti) e Amedeo Della Valle (16 punti) e poi, nel terzo quarto, ha dato la definitiva spallata piazzando un 20-10 ispirato dalla grande energia di Kenny Gabriel (21 punti e 7 rimbalzi). A quota 14 punti c’è poi anche la Unahotels Reggio Emilia che nel posticipo delle 20.45 ha piegato 85-83 l’Allianz Trieste 85-83: gli emiliani sono riusciti a recuperare un gap di 11 punti e, sospinti da un Osvaldas Olisevicius da 29 punti, hanno avuto la meglio nel supplementare.

Infine, ha lasciato il fondo della classifica la Fortitudo Kigili Bologna di Jabril Durham (24 punti) che ha sbancato Napoli, battendo la GeVi – a cui non sono bastati i 40 punti di Jordan Parks – 89-86: i felsinei hanno iniziato la loro progressione nel secondo quarto recuperando 10 palloni e rientrando negli spogliatoi a +9. Dopo l’intervallo, con i canestri di Pietro Aradori hanno poi dato un’altra spallata arrivando a +19, ma la GeVi non si è data per vinta e si è affidata allo scatenato Parks che assieme a un ritrovato Pargo dall’arco ha aiutato Napoli a spingersi fino al -3. I liberi conclusivi di Aradori hanno però evitato alla Fortitudo un clamoroso scivolone.

Leggi anche - Eurolega, Olimpia stoica, il Barcellona si arrende in casa a Milano

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?