Markoishvili (LaPresse)

Reggio Emilia, 23 aprile 2018 – La Grissin Bon Reggio Emilia tiene vive le speranze di agganciare il treno playoff battendo 89-82 la Fiat Torino che in questo modo vede allungarsi a sette il numero di sconfitte consecutive. Una tremenda spirale negativa risultati arrivata dopo il trionfo in Coppa Italia, che di fatto complica e non poco la rincorsa dei piemontesi verso la postseason. A firmare il successo della compagine emiliana, che ha giocato un eccellente secondo tempo, sono stati principalmente il georgiano Manuchar Markoishvili, che ha estratto dal cilindro una prestazione balistica praticamente perfetta siglando 24 punti e mettendo a segno il proprio nuovo record di triple in una gara (sette su sette questa sera), e Jalen Reyonld che, come un leone liberato dalla gabbia dopo tre partite trascorse a guardare i compagni giocare, ha fatto vedere tutto il proprio potenziale mettendo a segno 29 punti e catturando 18 rimbalzi. Sul fronte torinese invece si salvano soltanto Diante Garrett, che ha provato a sorreggere l’attacco gialloblu con 17 punti segnati e 5 assist distribuiti, e Trevor Mbakwe che in area ha cercato di tener testa ai lunghi reggiani chiudendo con un bottino di 19 punti e 4 rimbalzi.

Le premesse sembravano buone per la Fiat che ha a lungo comandato ritmi e punteggi nella prima metà del match grazie appunto alla verve di Mbakwe e a qualche guizzo di Vujacic e Garrett. La formazione piemontese però ha un po’ abbassato il livello di guardia qualche minuto prima dell’intervallo lungo prestando il fianco alle iniziative di Reggio che, facendosi trainare da Reynolds e De Vico è riuscita a limitare i danni andando negli spogliatoi con due soli punti di svantaggio (42-40). Quando il gioco è ripreso Torino ha comunque provato ancora a scappare volando a +11 a seguito dei canestri di Mbakwe, Boungou Colo, Mazzola e Garrett (55-44). Sul più bello però, come più volte accaduto in stagione, la Fiat ha staccato la spina e ha subito un parziale di 21-5 griffato principalmente da Reynolds, immarcabile in pick and roll, e Della Valle che hanno portato Reggio a +5 all’ultimo mini-intervallo (65-60). Una mazzata tremenda da metabolizzare per Torino che nei 10 minuti finali non ha più saputo rialzare la testa e ha alzato anticipatamente bandiera bianca cadendo sotto i colpi di Markoishvili.