Meo Sacchetti (ANSA)
Meo Sacchetti (ANSA)

Roma, 25 novembre 2020 – Il CT dell’Italbasket Meo Sacchetti ha sciolto le ultime riserve e scelto i 12 giocatori che disputeranno nella “bolla” di Tallinn le gare di qualificazione agli Europei del 2022 – manifestazione a cui l’Italia è già qualificata in quanto paese ospitante di uno dei gironi – contro Macedonia (sabato alle 15 con diretta su Sky Sport Arena) e Russia (lunedì alle 15 con diretta su Sky Sport Arena). Dei 16 giocatori che in questi giorni hanno svolto il raduno di Roma non prenderanno parte alla trasferta estone oltre a Paolo Banchero anche Leonardo Candi, Giordano Bortolani e Michele Ruzzier. Saranno ben cinque invece i debuttanti della lista dei 12 convocati che comprende, Marco Spissu, Davide Moretti, Tommaso Baldasso, Amedeo Tessitori, Giampaolo Ricci, Rapahael Gaspardo, Michele Vitali, Andrea Pecchia, Davide Alviti, Nicola Akele, Alessandro Pajola e Amedeo Della Valle che avrà sul petto i gradi di capitano: “Sono molto emozionato di essere il capitano azzurro – ha detto nei giorni scorsi l’esterno del Buducnost – perché penso non succeda a tanti nella vita. Spero di essere una buona guida per i ragazzi in questi pochi giorni. Anche se siamo già qualificati, vogliamo passare una settimana nel segno del miglioramento e dell’esperienza perché tanti sono alla prima in azzurro. Sarebbe bello ottenere due vittorie per far provare a questi ragazzi un’emozione in maglia azzurra”.

La soddisfazione di Sacchetti

Il CT Sacchetti si è detto soddisfatto per questi giorni di lavoro: “Questi ragazzi mi hanno lanciato un messaggio – ha detto il CT – e io l’ho recepito. Sono abituato a vedere tutti loro in campionato ma volevo vederli in questo ambiente e con questa Maglia. In questi pochi allenamenti prima della partenza per la “bolla” mi è piaciuto l’atteggiamento e la voglia di guadagnarsi un posto da parte di tutti nonostante le fatiche con i club. In diversi avranno la possibilità di debuttare in Azzurro e ciò che più desidero è che si ricrei quello spirito visto a febbraio scorso, quando oltre alle vittorie c’è stata una partecipazione e un coinvolgimento incredibile anche da parte di chi ci ha visto. Andiamo a Tallinn per giocarcela perché quando si indossa la canotta della Nazionale ogni partita conta”.