Meo Sacchetti (LaPresse)
Meo Sacchetti (LaPresse)

Amburgo (Germania), 7 settembre 2018 – Comincia nel peggior modo possibile la VTG Supercup per l’Italbasket di Meo Sacchetti che, in quel di Amburgo, è stata sconfitta 87-80 dalla Repubblica Ceca nel match inaugurale della manifestazione. Una battuta d’arresto piuttosto netta quella subita dagli azzurri che, pur essendo privi di Leonardo Candi e Christian Burns e nonostante i 17 punti di Brian Sacchetti, i 14 del capitano Gigi Datome e i 13 di un più che positivo Awudu Abass, non sono di fatto mai riusciti a restare in partita contro la formazione ceca che, facendosi trascinare da Vesely (19 punti), Satoransky (17 punti) e Hruban, ha alzato i giri del motore già nel secondo quarto toccando persino il +20 sul 41-21. L’Italia ha poi provato a riportarsi a contatto ma senza rriuscirci perché alla fine il 37-25 a rimbalzo in favore dei cechi e il 5/21 dalla lunga di Datome e compagni ha fatto la differenza in negativo.

La speranza è che già domani contro la Germania (si torna in campo alle 17.30), gli azzurri ritrovino un po’ di smalto ed eliminino almeno in parte scorie generate dagli sforzi fatti in ritiro a Pinzolo perché le gare contro Polonia (14 settembre a Bologna) e Ungheria (17 settembre a Debrecen) sono oramai alle porte e non si può più sbagliare se non si vuole perdere clamorosamente il pass per il Mondiale di Cina 2019. Di questo è perfettamente conscio anche il commissario tecnico Meo Sacchetti che ha così commentato il ko di oggi cercando comunque di guardare al futuro con ottimismo: “Siamo ancora un po’ farraginosi e poco brillanti ma ho visto anche giocatori tuffarsi e metterci tanta volontà. Abbiamo patito l’inizio del primo e del secondo tempo e poi a sprazzi abbiamo provato a recuperare un gap che in alcuni momenti era anche ampio. La buona reazione mi fa ben sperare per le prossime gare”.