Virtus Bologna
Virtus Bologna

Bologna, 15 dicembre 2021 – Bilancio chiaroscurale per le squadre italiane impegnate nelle coppe europee di basket: le note più liete arrivano dall’Eurocup dove sono arrivate le vittorie di Virtus Segafredo Bologna e Umanara Reyer Venezia che hanno per così dire vendicato la sconfitta patita ieri da Trento che ha perso 76-70 contro i turchi di Ankara. La Virtus, tra le mura amiche della Segafredo Arena, ha sconfitto 91-72 i greci del Promiteas Patrasso: la chiave del successo bianconero è racchiusa in uno strepitoso terzo quarto nel quale i felsinei, oggi trascinati dai 18 punti di Kyle Weems e dai 14 di Amar Alibegovic, hanno cominciato a martellare il canestro avversario con le triple di Belinelli e dello stesso Alibegovic che hanno spianato la strada al parziale di 27-13 che ha di fatto chiuso i conti anzitempo.

Successo di peso anche per la Reyer Venezia che al Taliercio ha piegato il Cedevita Lubiana 77-70: pur priva di Julyan Stone – risultato positivo al Covid-19 – la formazione orogranata, trascinata dalle prove maiuscole di Michele Vitali, Stefano Tonut (16 punti a testa) e Mitchell Watt (17 punti), è riuscita a restare in testa per larghi tratti del match arrivando fino al +10 a 4’30” dalla fine e respingendo gli ultimi assalti sloveni grazie alla freddezza di Vitali.
 


Male Brindisi. Sorride Reggio Emilia



Prosegue, invece, il momento di flessione della Happy Casa Brindisi che in Champions League FIBA – competizione nella quale ieri è arrivata la sconfitta di Treviso, superata 74-71 dal VEF Riga – è stata battuta 104-94 in casa del Cluj Napoca nonostante le eccellenti prove di Nick Perkins (26 punti) e Lucio Redivo (21). Dall’altra parte il Cluj, sospinto da un Brandon Brown da 28 punti) ha messo la testa avanti nel primo quarto – chiuso sul 28-21 – e non si è più voltato indietro. In FIBA Europe Cup, infine, è arrivato il successo all’ultimo respiro della Unahotels Reggio Emilia che dopo un overtime ha sopraffatto 80-79 il Kyiv Basket: decisivo il canestro a 7” dalla fine di Michael Hopkins.

Leggi anche - Basket, Serie A: Milano non si ferma più, Virtus Bologna e Napoli inseguono

MATTEO AIROLDI