Il ct azzurro Meo Sacchetti
Il ct azzurro Meo Sacchetti

Tallinn (Estonia), 22 febbraio 2020 – Sull’onda emotiva del netto successo ottenuto l’altro giorno contro la Russia a Napoli, l’Italbasket si prepara a tornare in campo per la seconda gara della finestra di febbraio delle qualificazioni agli Europei del 2021, manifestazione a cui gli azzurri sono già qualificati dal momento che l’Italia ospiterà uno dei gironi a Milano. Domani alle 18 (diretta TV su Sky Sport HD e streaming su SkyGo) gli azzurri affronteranno a Tallinn l’Estonia padrona di casa che pochi giorni fa ha sconfitto la Macedonia del Nord 81-72 grazie anche ai 16 punti di Siim-Sander Vene della Oenjobmetis Varese. L’esterno nativo di Tartu non è però l’unica conoscenza italiana nel roster estone di cui fanno parte anche Henry Drell della Carpegna Prosciutto Pesaro e Ryan Veidemann, in forza all’Eurobasket Roma in A2. Il CT azzurro Meo Sacchetti ha sostanzialmente confermato le scelte fatte prima del match contro la Russia con il solo inserimento nei 12 di Francesco Candussi che prende il posto di Leonardo Toté che ha avuto problemi ad un occhio.

Sulla carta i favori del pronostico sono dalla parte degli azzurri ma coach Meo Sacchetti, come ha raccontato ai taccuini FIP, non vuole assolutamente che i suoi ragazzi sottovalutino l’impegno anche perché giocano in trasferta e questo rende le cose più complicate: “Abbiamo ancora voglia di giocare bene e vincere. Non dobbiamo assolutamente mollare la presa e rilassarci solo perché abbiamo vinto la gara di Napoli contro la Russia. Quello è stato un punto di partenza e non di arrivo anche perché la squadra è giovane e deve ancora migliorare. Ribadisco quanto già detto, ovvero che questa non è una Nazionale sperimentale. I ragazzi che abbiamo hanno qualità e determinazione e devono guadagnarsi credibilità e rispetto scendendo in campo soprattutto con l’atteggiamento giusto. Giocare fuori casa non è mai facile e serve un supplemento di personalità. Non dimentichiamo inoltre che l’Estonia è in cerca del pass per l’Europeo e vorrà bissare la bella vittoria di domenica contro la Macedonia del Nord. Conosciamo diversi giocatori estoni perché militano nei nostri campionati e l’ultima cosa che dobbiamo fare è sottovalutarli”.