Basket, Virtus-Kazan (foto Ciamillo)
Basket, Virtus-Kazan (foto Ciamillo)

Bologna, 6 aprile 2021 – Mercoledì dolceamaro per le squadre italiane impegnate nelle coppe europee di pallacanestro: le buone notizie arrivano tutte la dalla Segafredo Arena dove la Virtus Bologna si è portata sull’1-0 nella semifinale di Eurocup piegando 80-76 i russi dell’Unicis Kazan. Indelebile sul successo dei bianconeri il marchio apposto da Milos Teodosic con i suoi 27 punti conditi da 6 rimbalzi, 5 assist e ben 10 falli subiti per un complessivo 34 di valutazione. Proprio grazie al serbo, i bianconeri sono partiti forte (13-4), ma Kazan ha ritrovato ben presto il filo del discorso e si è rimessa in carreggiata con le triple di Jamar Smith (22 punti con 4/9 dalla lunga), piazzando addirittura il colpo del sorpasso in avvio di seconda frazione, aiutata dai canestri di Holland e dell’ex Brindisi John Brown. La Virtus ha saputo incassare e nella metà conclusiva del secondo quarto, con l’innesto di Tessitori che ha dato sostanza nel pitturato, ha di nuovo allungato fino al 44-36 del 20°. In uscita dagli spogliatoi gli uomini di Djordjevic hanno provato ulteriormente ad azzannare il match toccando persino il +12 siglato da Teodosic ma l’Unics ancora una volta ha alzato l’intensità difensiva, affidandosi in attacco a Holland per ricucire interamente lo strappo alla penultima sirena (56-56). Ne è così nato un punto a punto da cui gli ospiti hanno provato ad uscire vincenti arrivando fino al +3 con la palla in mano. Non dello stesso avviso Teodosic che nel momento del bisogno si è caricato la squadra sulle spalle siglando due triple pesantissime e smazzando due assist a Hunter.
 

Brindisi saluta la Champions. Anche Sassari ko

Si infrange in casa del Pinar Karsiyaka, invece, il sogno di partecipare ai playoff di Basketball Champions League FIBA della Happy Casa Brindisi: i salentini, reduci dal beffardo ko di pochi giorni fa a Holon, sono infatti stati battuti 107-88 in casa dei turchi, in quello che era un vero e proprio spareggio. Brindisi è riuscita con generosità e grinta a reggere l’urto iniziale dato dalle ottime percentuali del Pinar (69% al tiro nel quarto d’apertura) che, trascinato dai guizzi dell’ex Virtus Bologna, Tony Taylor (30 punti di cui 19 siglati nel solo primo tempo), ha ribaltato un -3 con un break di 13-0 in chiusura di primo tempo. Il vantaggio dei padroni di casa è poi lievitato fino al +18 a 2’ dalla fine del terzo quarto (79-61). Un fendente che non ha comunque abbattuto Brindisi, capace di rientrare grazie a un sontuoso Josh Bostic (28 punti) fino al -6 a 6’ dalla fine. Lo sforzo alla fine è però costato caro ai biancoblu, che si sono arresi sotto i colpi finali di Morgan (20 punti). Infine, già certa dell’eliminazione in Champions dopo aver perso contro Bamberg, è stata sconfitta anche la Dinamo Sassari che, nel suo penultimo appuntamento continentale, è stata superata 91-73 in casa dal Cez Nymburk di uno scatenato Hyden Dalton (17 punti e 8 rimbalzi). Il 32-19 esterno dopo i primi 10’ di gara ha subito incanalato il match su binari molto favorevoli alla formazione ceca che non si è più voltata indietro fino alla sirena conclusiva.

Leggi anche - Basket Serie A, Varese fa l'impresa e sbanca il Forum battendo Milano