Luca Vitali (LaPresse)
Luca Vitali (LaPresse)

Bologna, 7 novembre 2018 – E’ stato un mercoledì decisamente da incorniciare quello delle squadre italiane impegnate nelle coppe europee di pallacanestro: le cinque formazioni del nostro massimo campionato scese in campo oggi hanno infatti portato a casa un filotto netto di successi: in Eurocup, la Germani Brescia continua a tenere vive le speranze di qualificazione e, dopo aver sconfitto la Stella Rossa un paio di settimane fa, ha messo a segno la seconda vittoria continentale della sua storia sbancando lo Stade Louis II di Monaco e battendo 86-80 i padroni di casa del Principato. I biancoblu si sono trovati ad inseguire gli avversari per più di tre quarti finendo anche oltre la doppia cifra di svantaggio (50-39 all’intervallo lungo) ma grazie alla verve di Bryon Allen (22 punti) e ad un Luca Vitali devastante (17 punti) hanno piazzato la zampata del sorpasso a 3’30” dalla fine, riuscendo poi a conservare il vantaggio con i canestri degli stessi Vitali e Allen.

Bottino pieno anche in Champions League dove hanno trionfato sia la Virtus Segafredo Bologna che la Sidigas Avellino: i felsinei in questo primo scorcio di stagione hanno dimostrato di avere un miglior feeling con la coppa rispetto al campionato, come dimostra la quinta vittoria in altrettante gare giocate lontano dalla Serie A, ottenuta battendo a domicilio i turchi del Besiktas 94-90: orfana di Kelvin Martin (resterà ai box tre o quattro settimane per un guaio muscolare rimediato domenica), la Virtus ha a lungo comandato ritmi e punteggi grazie al quartetto composto da Taylor (21 punti), Aradori (16 punti), Punter e Qvale (15 punti a testa) ma dopo aver toccato più volte il +10 ha subito il rientro del Besiktas che a 1’30” dalla fine si è ritrovato a -2 grazie a Benzing. La tripla di M’Baye ha però ricacciato definitivamente indietro i padroni di casa. Successo sul filo di lana anche per la Sidigas Avellino che in casa ha piegato 99-95 il Banvit: gli irpini, grazie ai 24 punti di Demetris Nichols e ai 23 e 9 rimbalzi di Caleb Green, hanno tenuto in mano le redini del match per quasi tutto l’arco dei 40 minuti ma non sono riusciti a dare la spallata del ko ad un Banvit che si è quindi rifatto sotto spinto da Perez arrivando sino al -1 (90-89). Avellino è però riuscita a tirare un grande respiro di sollievo e a respingere gli attacchi avversari grazie alla precisione alla linea della carità dello stesso Green. Infine, in FIBA Europe Cup, hanno messo una seria ipoteca sul passaggio del turno sia la Dinamo Sassari che la Openjometis Varese: i sassaresi hanno infatti spazzato via il Leicester 95-60 grazie alla doppia doppia di Achille Polonara (22 punti e 12 rimbalzi a cui ha aggiunto anche 6 assist), mentre Varese ha sconfitto il Rilski con un altrettanto agevole 86-59 (17 punti 7 rimbalzi per Tyler Cain).