Bologna, 5 maggio 2018 – La stagione regolare del campionato di pallacanestro di serie A targato Postemobile entra nel rettilineo finale, quello in cui vengono stabiliti gli ultimi verdetti: domani sera alle 20.45, in contemporanea su tutti i campi, si gioca infatti la penultima giornata. La capolista Reyer Venezia, fresca vincitrice della FIBA Europe Cup, punta a blindare il primo posto prima dello scontro diretto con Milano che rischierebbe di essere un’arma a doppio taglio. Per centrare il traguardo però, i lagunari dovranno sbancare un’Adriatic Arena stracolma per sostenere la Victoria Libertas Pesaro che dopo il colpaccio in casa dell’Olimpia Milano sogna un bis che potrebbe valere un buon pezzo di salvezza. L’attenzione dei tifosi dei marchigiani sarà però puntata anche verso quel che succede a Capo d’Orlando dove la Betaland padrona di casa si gioca le residue speranze di salvezza contro la Red October Cantù che è in piena lotta per un posto ai playoff. Come detto Venezia si dovrà però guardare le spalle dall’EA7 Milano che è chiamata a cancellare la delusione per la sconfitta con Pesaro e a tenere vive le speranze di primo posto, cercando di portare a casa i due punti sempre tra le mura amiche del Forum contro una The Flexx Pistoia che ha già il pass che vale la permanenza in Serie A in tasca.

Proprio la zona playoff è la matassa più ingarbugliata perché ci sono ben cinque squadre nello spazio di due soli punti: tra di esse vi sono anche la Openjobmetis Varese, reduce da sette vittorie consecutive, e la Vanoli Cremona che si sfideranno in un derby che soprattutto per la formazione di Meo Sacchetti potrebbe essere decisivo. Sono sei invece le vittorie di fila della vittoria della Dolomiti Energia Trentino - ormai certa di giocarsi le sue carte nella postseason – la quale ospiterà la Dinamo Sassari di Zare Markovski che tenterà con le unghie e con i denti di agganciare l’ottava piazza che ora dista due punti ed è occupata dalla Virtus Segafredo Bologna, una squadra desiderosa di bissare il successo ottenuto domenica a Pistoia e di confermarsi tra le prime otto. L’avversario dei bianconeri sarà una Sidigas Avellino ancora ferita per il ko in finale di FIBA Europe Cup. I felsinei potranno comunque contare sul sostegno del pubblico del PalaDozza e sull’apporto del nuovo arrivato Jamil Wilson – il quale ha avuto una settimana in più di lavoro per ambientarsi – e forse anche su quello di Alessandro Gentile che forse rientrerà dopo alcune settimane passate ai box per un guaio muscolare. Due sono anche i punti che mancano per raggiungere l’aritmetica salvezza all’Happy Casa Bindisi che in casa se la vedrà con la Grissin Bon Reggio Emilia che in settimana ha salutato Garrett Nevels e Julian Wright ed è oramai fuori dai giochi playoff. Infine è forte il desiderio della Germani Brescia di chiudere i conti per il terzo posto. In questo senso sarà fondamentale il passaggio di domani quando i biancoblu se la vedranno con una Fiat Torino in crisi nera di risultati (otto ko consecutivi) e già certi di stare fuori dalle migliori otto.