Incassata un’altra medaglia (il romagnolo Baroncini, nella foto, secondo negli under 23 dietro il figlio d’arte belga Thibau Nys) e una delusione (Cavalli sesta nella gara donne elite dominata dall’olandese Van Dijk), l’Italia si appresta alla giornata più importante agli Europei: sui 180 chilometri del tracciato, è in palio il titolo professionisti, vinto dagli azzurri nelle ultime tre edizioni. La Nazionale di Cassani punta su Colbrelli e Ulissi con Trentin regista, Moscon, Cattaneo, Ganna e i giovani Aleotti e Bagioli in aiuto. Gli sloveni Pogacar e Mohoric, il belga Evenepoel e lo svizzero Mader i pericoli.