HANDANOVIC 6. Un altro gol subito, un altro non-tuffo, ma può farci poco. SKRINIAR 6. L’avvio contro Leao è duro, poi prende le misure. DE VRIJ 6,5. Finché Ibra transita dalle sue parti fa male fino a un certo punto. KOLAROV 5,5. Non contrasta Ibrahimovic in occasione del tiro-gol nel primo tempo,...

HANDANOVIC 6. Un altro gol subito, un altro non-tuffo, ma può farci poco.

SKRINIAR 6. L’avvio contro Leao è duro, poi prende le misure.

DE VRIJ 6,5. Finché Ibra transita dalle sue parti fa male fino a un certo punto.

KOLAROV 5,5. Non contrasta Ibrahimovic in occasione del tiro-gol nel primo tempo, ma poi lo fa espellere. Male sui piazzati.

DARMIAN 5. Non riesce a contrastare la velocità di Theo Hernandez, né a fargli male quando attacca.

BARELLA 7. Sale di tono nella ripresa, si conquista un rigore e pressa su tutti.

BROZOVIC 6. Regia pulita, forse un po’ troppo: manca il guizzo. Sfiora un gran gol in chiusura di primo tempo.

VIDAL 5,5. Presenza che non sposta. Ha perso la "garra" dei tempi migliori e i suoi inserimenti non creano danni al Milan.

PERISIC 6,5. Dalot ne soffre la vitalità. Nel primo tempo smista in mezzo diversi palloni interessanti.

SANCHEZ 6. Al netto dell’assenza di conclusioni, nel primo tempo è il giocatore che crea più pericoli al Milan con il suo movimento e le giocate per i compagni. Poi cala.

LUKAKU 6,5. Freddo dal dischetto, ma potrebbe segnarne altre tre. Trova Tatarusanu (e una volta Tomori) sulla sua strada.

All. CONTE 6,5. Ironia della sorte, Eriksen gli toglie le castagne dal fuoco.

HAKIMI 6,5. Il suo ingresso cambia la convergenza dell’Inter, che comincia a pendere a destra.

MARTINEZ 5. Sbaglia l’ennesimo gol di un periodo nero.

ERIKSEN 7. La punizione del 2-1 è un gioiello.

YOUNG sv. Pochi minuti, assiste al successo dal campo.

Voto INTER 6,5.

Mattia Todisco