22 apr 2022

Bagnaia, Dovi e Morbidelli: caccia al riscatto

Scatta a Portimao la prima tappa europea del motomondiale

riccardo galli
Sport
Francesco Bagnaia, 25 anni, torinese: con la sua Ducati vuole essere protagonista
Francesco Bagnaia, 25 anni, torinese: con la sua Ducati vuole essere protagonista
Francesco Bagnaia, 25 anni, torinese: con la sua Ducati vuole essere protagonista

di Riccardo Galli

La prima fuga di Bastianini? O forse il riscatto-rilancio di Bagnaia? Già, e la voce grossa fatta dall’Aprilia (con Aleix Espargaro) nelle prime quattro tappe del Mondiale o la voglia di tornare numero uno di Marquez, dove le mettiamo?

Si apre così il week end della MotoGp che sbarca in Europa, in Portogallo, dopo peripezie e disagi qua e là per il mondo e che proprio da Portimao dovrebbe lanciare i primi segnali importanti sull’impalcatura del 2022.

Non esiste, almeno per il momento, un favorito assoluto e questo, di sicuro è garanzia di indecisione nel pronostico e, di conseguenza, di spettacolo. Non esiste, è vero, ma ci sono segnali importanti e uno, sicuramente quello più nitido, porta dritto a casa Italia e si chiama Enea Bastianini.

La sua storia, insieme a quella dell’accoppiata Gresini-Ducati è quella che (per ora) convince di più, ma è evidente che la cavalcata sui tracciati europei dovrà coincidere anche con il ritorno sulla scena dell’altra Ducati, quella ufficiale, quella di Bagnaia, quella che nell’inverno scorso era nella prima fila dei favoriti nella caccia al titolo.

Il rischio di Pecco, d’ora in poi, è quello di sentire la pressione dei risultati che mancano e che Ducati si aspetta da lui. "Se voglio tornare ed essere in corsa per il titolo è evidente _ dice _ che devo iniziare a fare punti pesanti. Punti che ti tengono lassù. Portimao è una pista che mi piace (Bagnaia vinse il Gp autunnale del 2021 ndr) e questo mi fa sperare in una buona e bella gara".

Atteso al rilancio anche Franco Morbidelli che stenta a trovare il giusto feeeling con la sua Yamaha. "Lavoriamo in sinergia _ sottolinea _ diamo il massimo io e il team, forse ancora non stiamo parlando perfettamente la stessa lingua, ma sono sicuro ci riusciremo".

E per chiudere il discorso relativo agli italiani, anche per Dovizioso lo sbarco della stagione in Europa diventa la chiave decisiva per accendere un Mondiale per adesso molto al di sotto delle aspettative.

Il patron del team Yamaha WithU ha comunque cancellato le voci che volevano il pilota già vicino a una clamorosa rottura. Si va avanti insieme, insomma, ma serve una risposta importante dalla pista.

Il programma. Oggi le prove libere in diretta tv su SkyMotoGp e in streaming su Now (dalle 9.55). MotoGp in pista alle 10.50 e 15.05.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?