di Paolo Manili Spettacolare rimonta nel concorso completo a Tokyo dei binomi azzurri, che nella seconda prova, quella di cross al Sea Forest Park, sono risaliti dal 15esimo al 7° posto della classifica generale provvisoria (tot. 132.9 punti negativi). Per Vittoria Panizzon e Super Cillious netto agli ostacoli con infrazione sul tempo (3,60 p. negativi, tot. individuale...

di Paolo Manili

Spettacolare rimonta nel concorso completo a Tokyo dei binomi azzurri, che nella seconda prova, quella di cross al Sea Forest Park, sono risaliti dal 15esimo al 7° posto della classifica generale provvisoria (tot. 132.9 punti negativi). Per Vittoria Panizzon e Super Cillious netto agli ostacoli con infrazione sul tempo (3,60 p. negativi, tot. individuale 42.20), per Susanna Bordone su Imperial vd Holtakkers una toccata e conclusione nel tempo (tot. individuale 44.90), infine ottima performance di Arianna Schivo (nella foto) con la portentosa Quefira de L’Ormeau, netta agli ostacoli con lieve penalizzazione sul cronometro (2.80 p. negativi, tot. individuale 45.70). Se domani i cavalli del Team Italia avranno smaltito bene la fatica del percorso odierno, potrebbero dir la loro nella gara di salto ostacoli, anche se i cattivi score della prima giornata peseranno implacabilmente sull’esito finale. La Gran Bretagna guida la classifica a squadre (78.30), davanti all’Australia (96,2) e alla Francia (97.1).

A titolo individuale l’asso britannico Oliver Townend su Ballaghmor Class è tornato a condurre (23.60) davanti alla tedesca Krajewski su Amanda de B’neville e all’altra britannica Laura Collett (London 52). La gara ha anche registrato un gravissimo infortunio: il cavallo Jet Set dello svizzero Robin Godel sul salto n.20 ha manifestato fortissima zoppia. Subito trasportato alla clinica veterinaria, gli è stata riscontrata la rottura dei legamenti nella parte bassa dell’anteriore destro, appena sopra lo zoccolo. La lesione era incurabile ed è stato necessaria l’eutanasia. Si è trattato certamente di fatalità, ma il drammatico episodio farà discutere a lungo, perché questo sport non può permettersi di passare sulla pelle dei cavalli. "The show go must go on", oggi il completo prosegue: rientro al Baji Koen Equestrian Park e conclusiva prova di concorso ippico.