Arriva un’altra medaglia per San Marino. È il bronzo conquistato da Myles Nazem Amine nella lotta libera, categoria 86 kg, battendo nella finale per il terzo posto l’indiano Deepak Punia. L’oro è andato all’americano David Taylor, l’argento all’iraniano Hassan Yazdanicharati. Amine viene dal Michigan e in famiglia anche suo padre, suo zio e suo cugino hanno praticato o praticano la lotta. Ai Giochi di Tokyo ha rappresentato San Marino perché ne possiede il passaporto in virtù del fatto che il bisnonno materno proveniva proprio dalla Repubblica del Titano.

Il terzo posto di Mayles Nazem Amine Mularoni è arrivato dopo un match molto difficile contro il ventunenne indiano argento ai campionati del mondo 2019, che a 20 secondi dalla fine era in vantaggio 2-1. Il ventiquattrenne sanmarinese però ci ha creduto e ha ribaltato le sorti del confronto vincendo 4-2 con un recupero prodigioso frutto di tecnica e determinazione.