Venerdì 19 Luglio 2024
GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO
Altri Sport

Amstel Gold Race 2023, Pogacar: "Corsa dura, ma voglio vincere"

Non sarà invece al via Alaphilippe, ancora alle prese con guai fisici: "Spero di tornare per la Liegi-Bastogne-Liegi"

Tadej Pogacar (Ansa)

Tadej Pogacar (Ansa)

Roma, 14 aprile 2023 - Il prossimo appuntamento cerchiato in rosso sul calendario World Tour è l'Amstel Gold Race 2023, in programma domenica 16 aprile: per l'occasione tornerà in scena dopo qualche settimana di riposo Tadej Pogacar, che ovviamente si presenterà al via con i galloni del favorito numero uno.

Voglia di Ardenne

Il fuoriclasse sloveno, assente alla Parigi-Roubaix 2023 ma con la promessa di cimentarsi nell'Inferno del Nord appena il fisico sarà più imponente, sogna il colpo grosso nell'imminente Trittico delle Ardenne, che si aprirà proprio con la Classica della Birra. "La primavera per me è stata già un successo, ma ho voglia di venire qui per raccogliere altri risultati importanti". Si comincerà dall'Amstel Gold Race, corsa quasi ignota per il corridore dell'UAE Team Emirates. "Finora questa gara l'ho disputata una volta sola: non la conosco molto - conclude Pogacar - ma so che ha un percorso molto duro e ricco di salite, motivo per cui dovremo prepararci a vivere una giornata molto complicata". Per l'occasione il classe '98 sarà assistito da una squadra di tutto rispetto: al via a Maastricht ci saranno tra gli altri Ryan Gibbons, Rui Oliveira, Felix Grossschartner e Sjoerd Bax. Non solo: verosimilmente avranno un ruolo più di vertice, ma sempre alle spalle della stella cometa Pogacar, Matteo Trentin e Marc Hirschi, con quest'ultimo che di fatto torna su palcoscenici importanti dopo una lunga assenza. Si parla di gare effettive non corse ma soprattutto di gare corse al di sotto di quelle aspettative nate dopo un 2020 in cui lo svizzero si era imposto con un impatto devastante ad altissimi livelli: parlando di Ardenne, memorabile in particolare il grandissimo secondo posto conquistato alla Liegi-Bastogne-Liegi 2020 alle spalle di Primoz Roglic e davanti proprio all'attuale compagno di squadra Pogacar.

Sfortuna Alaphilippe

Chi invece non sarà al via dell'Amstel Gold Race è Julian Alaphilippe, ormai un'assenza quasi costante dagli eventi più attesi. Il tunnel nero imboccato dal francese è cominciato quasi un anno fa, quando alla Liegi-Bastogne-Liegi 2022 fu protagonista di una terribile caduta in un burrone che fece a lungo temere il peggio. Per fortuna quel 'peggio' fu scongiurato, ma da allora il corridore della Soudal Quick-Step è diventato l'ombra di se stesso anche a causa del perdurare di guai fisici. Come se non bastasse, al Giro delle Fiandre 2023 è arrivata un'altra caduta che lo terrà fuori dai giochi nel prossimo futuro. Qualche spiraglio per le prossime gare però c'è, come ha rivelato il diretto interessato ai microfoni de L'Équipe. "La botta al ginocchio è stata molto forte: ora sto seguendo un programma di recupero che mi terrà fuori causa almeno fino alla Liegi-Bastogne-Liegi. Se tutto andrà bene tornerò quel giorno ma ovviamente con un ruolo marginale: spero di chiudere bene questa prima parte di stagione e di poter aiutare la squadra - conclude Alaphilippe - sia quel giorno sia per il Tour de France".

Leggi anche - Giornata 30 Serie A: probabili formazioni e dove vedere le partite