Philippe Gilbert
Philippe Gilbert

Guadalajara, 11 settembre 2019 - La tappa 17 della Vuelta 2019 sulla carta doveva essere poco più di una sgambata per gli uomini in lotta per la classifica generale in vista delle ultime montagne. Invece, tra vento e soprattutto una maxi fuga bidone, la frazione ha stravolto i piani alti della graduatoria. I vincitori di oggi sono due: il primo è Philippe Gilbert che, a 37 anni compiuti, continua a imporre la sua legge conquistando la seconda frazione, nonché la settima totale, in questa sua eccellente Vuelta. Il secondo è Nairo Quintana, che piazza la zampata quando nessuno se lo aspetta e rosicchia 5'19'' a Primoz Roglic, facendo inoltre un enorme balzo in avanti in classifica. Adesso infatti è il colombiano il principale rivale dello sloveno, tanto brillante fino ad oggi quanto colto di sorpresa proprio nella tappa teoricamente più semplice.

Vuelta, tappa 18. Orari tv, percorso e favoriti

L'ULTIMO CHILOMETRO / VIDEO

La tappa di oggi

Dopo il giorno di sosta, la Vuelta riprende dai 219 km da Aranda de Duero a Guadalajara che non presentano particolari difficoltà altimetriche ma che, curiosamente, si corrono tutti in quota tra i 700 e i 1300 metri di altitudine. Questo in teoria, ma la pratica parla di una maxi fuga di 49 unità, tra cui 4 uomini tra i primi 11 in classifica, ovvero Nairo Quintana (Movistar), Wilco Kelderman (Sunweb), Hermann Pernsteiner (Bahrain-Merida) e James Knox (Deceuninck-Quick-Step). Inoltre, nel vasto drappello degli attaccanti che rischia di scombinare i piani della Jumbo-Visma di Primoz Roglic figurano anche Luis Leon Sanchez (Astana), Sam Bennett (Bora-Hansgrohe), Philippe Gilbert, Eros Capecchi, Fabio Jakobsen (Deceuninck-Quick Step), Lawson Craddock (EF Education First), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), Wout Poels, Tao Geoghegan Hart (Ineos), Esteban Chaves (Mitchelton-Scott), Marco Marcato e Oliviero Troia (UAE Team Emirates). Il drappello, che presto perde vari pezzi per strada, accumula un vantaggio massimo di 6'45'' prima che il forcing disperato della Jumbo-Visma lo riduca a 5': intanto però il gruppo maglia rossa è animato dalle accelerate della Movistar che pian piano isolano Roglic e Tadej Pogacar, oltre a mandare in crisi uomini di classifica come Nicolas Edet. Chi invece vola è Gilbert, che sfrutta il crollo negli ultimi 300 metri di un lanciatissimo Bennett e conquista la sua seconda frazione in questa Vuelta. Nonostante i 10'' persi sul traguardo, Quintana sorride perché in un colpo solo recupera 5'19'' a Roglic, di cui adesso diventa il principale rivale in classifica. E, il tutto, con le tante montagne che aspettano la carovana rossa nelle ultime tappe.

Vuelta, pagelle della tappa . Via col vento, regia di Gilbert - di Angelo Costa

Ordine d'arrivo della tappa 17

1) P. Gilbert (DQT) in 4h20'15''
2) S. Bennett (BOH) +2''
3) R. Cavagna (DQT) +2''
4) D. Teuns (TBM) +2''
5) W. Kelderman (SUN) +2''
6) J. Koch (CCC) +2''
7) L. Craddock (EF1) +2''
8) T. Declercq (DQT) +2''
9) S. Dillier (ALM) +2''
10) J. Knox (DQT) +6''

Classifica generale Vuelta 2019

1) P. Roglic (TJV) in 66h43'36''
2) N. Quintana (MOV) +2'24''
3) A. Valverde (MOV) +2'48''
4) T. Pogacar (UAD) +3'42''
5) M. A. Lopez (AST) +3'59''
6) W. Kelderman (SUN) +5'05''
7) R. Majka (BOH) +7'40''
8) J. Knox (DQT) +8'03''
9) C. F. Hagen (LTS) +10'43''
10) D. Teuns (TBM) +12'21''