Miguel Angel Lopez stacca in salita (Ansa)
Miguel Angel Lopez stacca in salita (Ansa)

Altu d'El Gamoniteiru, 2 settembre 2021 - La tappa 18 è forse l'ultimo grande ostacolo tra Primoz Roglic e il successo della Vuelta 2021: lo sloveno inizialmente sull'ultima ascesa non appare brillantissimo, salvo poi domare gli attacchi di tutti i rivali, guadagnando alla fine anche ulteriori secondi su Egan Bernal ed Enric Mas. L'unico a sfuggire al controllo della maglia rossa è Miguel Angel Lopez, classifica alla mano non considerato eccessivamente pericoloso: il colombiano riesce così ad aggiudicarsi una frazione caratterizzata nelle prime battute da una maxi fuga in cui figurava pure Fabio Aru, a caccia dell'ultimo acuto prima di chiudere la carriera. Decisamente più semplice la tappa 19, la Tapia-Monforte de Lemos di 191,2 km: i GPM in programma sono 3 ma tutti piuttosto pedalabili e tra l'altro collocati all'inizio della frazione.

Vuelta 2021 tappa 19: percorso, favoriti e orari tv

Tappa 17: impresa di Roglic

La cronaca

Sono ben 32 i fuggitivi (tra i quali un generoso Fabio Aru) che approcciano in testa alla corsa il Puertu de San Llaurienzu (9,9 km con una pendenza media dell'8,6% e massima del 16%). L'unica squadra non rappresentata nell'attacco è la Bahrain Victorious, che infatti guida un inseguimento che continua sull'Alto de la Cobertoria (7,9 km con una pendenza media dell'8,6% e massima del 14%): a scollinare per primo è Michael Storer (Team DSM), che addirittura continua a guadagnare fino all'imbocco dell'Altu d'El Gamoniteiru (14,6 km con una pendenza media del 9,8% e massima del 17%). Con una grande progressione sull'australiano riesce a riportarsi David De La Cruz (UAE Team Emirates), mentre intanto nel gruppo Primoz Roglic (Jumbo-Visma) apparentemente non sembra brillantissimo: il primo a cercare di approfittarne è Egan Bernal (Ineos Grenadiers), ma lo sloveno subito replica allo scatto. Insieme ai due fuoriclasse ci sono anche Sepp Kuss (Jumbo-Visma), Enric Mas e Miguel Angel Lopez (Movistar): è proprio quest'ultimo a sferrare una rasoiata che lo lancia presto al comando della corsa. Tocca poi a Bernal e Roglic sfidarsi a colpi di scatti: solo Mas riesce a tenere il passo dei due almeno finché lo sloveno non accelera ancora e stacca entrambi, confermandosi sempre di più il signore di questa Vuelta, la cui tappa odierna è vinta da uno straordinario Lopez.

Vuelta, le pagelle di Costa prima del gran finale

Ordine d'arrivo tappa 18 Vuelta 2021

1) Miguel Angel Lopez (MOV) in 4h41'21''
2) Primoz Roglic (TJV) +14''
3) Enric Mas (MOV) +20''
4) Egan Bernal (IGD) +22''
5) Jack Haig (TBV) +58''
6) David De La Cruz (UAD) +58''
7) Gino Mader (TBV) +58''
8) Louis Meintjes (IWG) +58''
9) Sepp Kuss (TJV) +1'06''
10) Adam Yates (IGD) +1'07''








Classifica generale Vuelta 2021

1) Primoz Roglic (TJV) in 73h24'25''
2) Enric Mas (MOV) +2'30''
3) Miguel Angel Lopez (MOV) +2'53''
4) Jack Haig (TBV) +4'36''
5) Egan Bernal (IGD) +4'43''
6) Adam Yates (IGD) +5'44''
7) Sepp Kuss (TJV) +6'02''
8) Gino Mader (TBV) +7'48''
9) Guillaume Martin (COF) +8'31''
10) Louis Meintjes (IWG) +9'02''








Leggi anche - Vuelta 2021, a Jakobsen la tappa 16

Vuelta 2021, impresa di Majka nella tappa 15