Primoz Roglic ha vinto la 17esima tappa della Vuelta 2021 (Ansa)
Primoz Roglic ha vinto la 17esima tappa della Vuelta 2021 (Ansa)

Lagos de Covadonga, 1 settembre 2021 - La tappa 17 della Vuelta 2021 resterà nella storia per quanto ammirato sulle tante salite in programma: a oltre 60 km dal traguardo a rompere gli indugi era stato Egan Bernal, poi raggiunto da Primoz Roglic. I due procedono insieme fino alle rampe più dure dell'ascesa di Lagos de Covadonga, quando lo sloveno stacca il colombiano e va a conquistare una vittoria (condita ovviamente dalla maglia rossa) che sa tanto di definitivo sigillo su questo Giro di Spagna e non solo per il forte ritardo (1'35'') inflitto ai rivali. Il livello di difficoltà continua a salire nella tappa 18, la Salas-Altu d'El Gamoniteiru di 162,6 km, con in programma ben 4 GPM tra cui la temibile scalata finale di 14 km con una pendenza media del 10%.

Vuelta, tappa 18: scappa Lopez. Roglic ipoteca la rossa

Vuelta, tappa 18: percorso, favoriti e orari tv

La cronaca

Un primo tentativo di fuga si materializza sull'Altu de Hortigueru (5,3 km con una pendenza media del 4,7%) ma è sul primo passaggio sulla Collada Llomena (7,6 km con una pendenza media del 9,3% e massima del 14%) che la corsa si accende: davanti si avvantaggia un folto drappello che inizialmente annovera anche Fabio Aru (Team Qhubeka NextHash) e Matteo Trentin (UAE Team Emirates), mentre dal gruppo perdono contatto Odd Christian Eiking (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux), Damiano Caruso (Bahrain Victorious) e Aleksandr Vlasov (Astana-Premier Tech). Sul secondo passaggio sul GPM attacca Egan Bernal (Ineos Grenadiers), sul quale si riporta subito Primoz Roglic (Jumbo-Visma), che diventa presto la maglia rossa virtuale: quella ancora in corso, ossia Eiking, è protagonista di una brutta caduta in discesa insieme tra gli altri a Vlasov. La coppia al comando prosegue compatta fino alle rampe più dure della salita di Lagos de Covadonga (8 km con una pendenza media del 9,3% e massima del 14%), quando Roglic riesce a staccare Bernal: all'inseguimento dello sloveno si forma un drappello guidato da un generoso Enric Mas (Movistar), ma l'unico che viene ripreso è il colombiano. Per Roglic arriva invece un successo epico su una delle vette più iconiche della Vuelta, oltre all'ennesima (e probabilmente definitiva) riconquista della maglia rossa, blindata con un +1'35'' inflitto a tutti i rivali, che verosimilmente da qui a domenica dovranno solo contendersi i posti d'onore della classifica generale.

Ordine d'arrivo tappa 17 Vuelta 2021

1) Primoz Roglic (TJV) in 4h34'45''
2) Sepp Kuss (TJV) +1'35''
3) Miguel Angel Lopez (MOV) +1'35''
4) Adam Yates (IGD) +1'35''
5) Jack Haig (TBV) +1'35''
6) Enric Mas (MOV) +1'35''
7) Egan Bernal (IGD) +1'35''
8) Gino Mader (TBV) +1'35''
9) Louis Meintjes (IWG) +2'29''
10) Clément Champoussin (ACT) +2'44''








Classifica generale Vuelta 2021

1) Primoz Roglic (TJV) in 68h42'56''
2) Enric Mas (MOV) +2'22''
3) Miguel Angel Lopez (MOV) +3'11''
4) Jack Haig (TBV) +3'46''
5) Guillaume Martin (COF) +4'16''
6) Egan Bernal (IGD) +4'29''
7) Adam Yates (IGD) +4'45''
8) Sepp Kuss (TJV) +5'04''
9) Felix Grossschartner (BOH) +6'54''
10) Gino Mader (TBV) +6'58''








Leggi anche - Vuelta 2021, a Jakobsen la tappa 16

Vuelta 2021, impresa di Majka nella tappa 15