Damiano Caruso (Ansa)
Damiano Caruso (Ansa)

Alto de Velefique, 22 agosto 2021 - La tappa 9 della Vuelta 2021 incorona la stella di Damiano Caruso, che saluta gli ex compagni di fuga sul lunghissimo Alto Collado Venta Luisa e galoppa in solitaria fino alla cima dell'Alto de Velefique: per il siciliano, di fatto il nuovo vice capitano della Bahrain Victorious alle spalle di Jack Haig alla luce della crisi accusata da Mikel Landa, arrivano così la maglia a pois e il bis dell'impresa sull'Alpe di Motta nel Giro d'Italia 2021, quello chiuso alle spalle di Egan Bernal. Il colombiano, insieme a Landa, è l'altro sconfitto di giornata, mentre invece dà ottimi segnali Giulio Ciccone, che cresce strada facendo e arriva proprio con il capitano della Ineos Grenadiers.

Vuelta Spagna 2021, tappa 11: percorso, favoriti e orari tv

Vuelta 2021, tappa 10: percorso, altimetria, favoriti e orari tv

La cronaca

La corsa arriva sull'Alto de Cuatro Vientos (10,5 km con una pendenza media del 3,8%) senza che la fuga si sia ancora formata: proprio su questa salita si avvantaggiano Lilian Calmejane (AG2R Citroen Team), Damiano Caruso (Bahrain Victorious), Angel Madrazo (Burgos-BH), Julen Amezqueta (Caja Rural-Seguros RGA), Olivier Le Gac, Rudy Molard (Groupama-FDJ), Robert Stannard (Team BikeExchange), Romain Bardet, Martijn Tusveld (Team DSM), Kenny Elissonde (Trek-Segafredo) e Rafal Majka (UAE Team Emirates). Sull'Alto Collado Venta Luisa (24 km con una pendenza media del 4,4% e massima del 15%) Caruso saluta la compagnia e continua a guadagnare sugli ex compagni di fuga sull'Alto Castro de Filabres (7,1 km con una pendenza media del 3,9% e massima del 9%): l'azione del siciliano è inarrestabile anche sull'Alto de Velefique (13,2 km con una pendenza media del 6,4% e massima del 15%), dove perde terreno il suo compagno di squadra Mikel Landa (Bahrain Victorious). Dal gruppo intanto scattano Adam Yates (Ineos Grenadiers), Miguel Angel Lopez (Movistar) e Sepp Kuss (Jumbo-Visma): la seguente rasoiata la sferra Primoz Roglic (Jumbo-Visma), con Egan Bernal (Ineos Grenadiers) che soffre i cambi di ritmo anche del compagno di squadra Yates, costretto infatti a rallentare per 'ordini di scuderia'. Il colombiano perde comunque terreno da Roglic, che arriva alle spalle di un inarrestabile Caruso, che bissa l'impresa fatta al Giro d'Italia sull'Alpe di Motta e va a prendersi anche la maglia a pois: l'ottima giornata azzurra è fotografata anche dalla bella reazione di Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), che nel finale recupera terreno e va addirittura ad agganciare Bernal.

Ordine d'arrivo tappa 9 Vuelta 2021

 1) Damiano Caruso (TBV) in 5h03'14''
2) Primoz Roglic (TJV) +1'05''
3) Enric Mas (MOV) +1'06''
4) Jack Haig (TBV) +1'44''
5) Miguel Angel Lopez (Movistar) +1'44''
6) Adam Yates (IGD) +1'44''
7) Gino Mader (TBV) +2'07''
8) Giulio Ciccone (TFS) +2'10''
9) Egan Bernal (IGD) +2'10''
10) David De La Cruz (UAD) +2'40''
 









Classifica generale Vuelta 2021

 1) Primoz Roglic (TJV) in 34h18'53''
2) Enric Mas (MOV) +28''
3) Miguel Angel Lopez (MOV) +1'21''
4) Jack Haig (TBV) +1'42''
5) Egan Bernal (IGD) +1'52''
6) Adam Yates (IGD) +2'07''
7) Giulio Ciccone (TFS) +2'39''
8) Sepp Kuss (TJV) +2'40''
9) Felix Grossschartner (BOH) +3'25''
10) David De La Cruz (UAD) +3'55''
14) Fabio Aru (TQA) +4'36''
15) Damiano Caruso (TBV) +5'35''










Leggi anche - Vuelta 2021, Jakobsen vince la tappa 8