L'altimetria della sesta tappa
L'altimetria della sesta tappa

Sabinanigo, 24 ottobre 2020 – Si chiude domenica 25 ottobre la prima settimana della Vuelta di Spagna, mentre il Giro delle polemiche  chiuderà con la crono di Milano, con una tappa che può incidere sensibilmente nella lotta alla maglia rossa. Si arriverà infatti in salita ad Aramon Formigal dopo 146 chilometri di gara. Originariamente, la tappa prevedeva i passaggi in Francia sull’Aubisque e sul Tourmalet, ma l’emergenza Covid ha costretto gli organizzatori a variare il percorso. Niente Tourmalet ma arrivo sui Pirenei Aragonesi con la salita del Formigal

Percorso

Frazione molto corta da Biescas ad Aramon Formigal di 146 chilometri ma un concentrato di tre salite nella parte finale e con arrivo in quota a 1.800 metri di altitudine. Prima parte di tappa abbastanza facile fino al chilometro 63 dove inizia il Gpm di terza categoria di Alto de Petralba, segue breve discesa e breve tratto vallonato per l’imbocco del secondo Gpm di giornata, si tratta del Puerto de Cotefalbo di seconda categoria con vetta al chilometro 105 di corsa. A seguire circa 14 chilometri di discesa poi, dal chilometro 119 si inizia a salire verso il traguardo, ma la salita vera e propria inizierà al chilometro 132 per 14 chilometri con pendenze medie del 4.6% e massime del 10%.

Favoriti

Sarà lotta nella generale con Roglic, Carapaz e Mas che sono i principali favoriti alla maglia rossa, attenzione anche a Carthy e Kuss, che in teoria è un gregario di Roglic ma la forma è quella buona. Gli italiani possono giocare le carte Bagioli e Formolo, più che altro per una fuga da lontano.

Orari e Tv

Partenza della tappa alle 13.20, Alto de Pietralba tra le 15.04 e le 15.17, Puerto de Cotefalbo tra le 16 e le 16.18, inizio ultima salita tra le 16.41 e le 17.04, arrivo previsto in cima al Formigal tra le 17.03 e le 17.28. Diretta su Eurosport 2 a partire dalle 13.00, live streaming su Eurosport Player.

 

 

Leggi anche - Giro, duello finale tra Hindley e Geoghan Hart