L'altrimetria della prima tappa
L'altrimetria della prima tappa

Roma, 20 ottobre 2020 – Ultima settimana di Giro d’Italia che coincide con la prima settimana della Vuelta di Spagna 2020 che prende il via oggi con la tappa 1. Il calendario compresso a causa Covid ha privilegiato, come noto, il Tour de France, e compresso a ottobre Classiche, Giro e Vuelta. Con la differenza che chi ha affrontato il Tour ha avuto modo di poter preparare anche la Vuelta, mentre fare il Giro sarebbe stato impossibile. Così, diversi protagonisti della Grand Boucle saranno presenti, a partire da martedì 20 ottobre, anche al Giro di Spagna.

Percorso tappa 1

Si parte subito con il botto alla Vuelta e con un arrivo in salita. In programma la prima tappa da Irun a Eibar con arrivo sull’Alto de Arrate. Sono 173 chilometri non facili, prima parte pianeggiante, seconda parte di salita con due Gpm di terza categoria (Legazpia e Alto de Kanpazar) e altre due salite per chiudere la tappa. Al chilometro 149 inizia l’Alto de Elgeta (6 chilometri al 5.2%) e infine l’Alto de Arrate di prima categoria lungo 5.3 chilometri con pendenze medie del 7.7% e massime del 13% a metà salita. Ultimi due chilometri pianeggianti per l’arrivo di Eibar.

Favoriti

Chi vorrà indossare la maglia rossa finale dovrà già farsi trovare pronto. Sarà presente il secondo del Tour per la Jumbo, Roglic, accompagnato da Dumoulin, per la Ineos Froome e Carapaz capitani, per la Movistar spazio a Mas e Valverde. Possibili outsider Martin della Cofidis, Dan Martin della Israel, Nieve e Chaves della Mitchelton Scott. Non sarà al via Tadej Pogacar, la sua stagione è finita e lo si rivedrà nel 2021.

Orari e tv

Partenza della tappa alle 13.11, Legazpi attorno alle 15.30, Alto de Kampazar tra le 16.02 e le 16.20, Alto de Elgeta tra le 16.53 e le 17.17, Alto de Arrate tra le 17.14 e le 17.40. La corsa sarà trasmessa solo a pagamento da Eurosport 1 dalle 15 sul canale 210 di Sky che si alternerà anche con le immagini del Giro. Live streaming su Eurosport Player.

Leggi anche - Fiandre, vittoria al fotofinish per Van de Poel