Javier Guillen (Ansa)
Javier Guillen (Ansa)

Madrid, 15 maggio 2020 – La crisi economica morde il mondo dello sport, soprattutto chi deve organizzare i grandi giri ciclistici. Vale per la Vuelta di Spagna, alle prese con le difficoltà dei partner organizzativi e commerciali, una situazione a cui il direttore Javier Guillen sta cercando di adattarsi per organizzare l’edizione 2020. Ma c’è ancora il dubbio porte chiuse e il controllo dei corridori.

“La crisi sta colpendo i budget dei nostri partner – ha affermato il direttore Guillen ad As – Sono già state annunciate restrizioni ma vogliono continuare al nostro fianco, stiamo lavorando per adattarci a questa situazione. Porte chiuse? Non le desideriamo, snaturerebbe l’essenza della corsa, ma non è una cosa irrealizzabile. Sicurezza dei ciclisti? Se tutti dovranno essere testati lo faremo”. Per quanto riguarda le date, Guillen ha confermato che sarà impossibile andare oltre novembre e che si farà di tutto per organizzarla.