La Vuelta non andrà in Portogallo
La Vuelta non andrà in Portogallo

Bologna, 9 maggio 2020 - Dopo aver cancellato la partenza dall'Olanda, la Vuelta 2020 dovrà fare a meno anche delle tappe portoghesi. L'epidemia da coronavirus ha infatti impedito di garantire le condizioni necessarie per far disputare la corsa spagnola sul territorio portoghese: le autorità di Oporto e Viseu hanno deciso di comune accordo con l'organizzazione di evitare il passaggio in Portogallo.

Saltano dunque la quindicesima tappa, coinvolta Oporto, e la sedicesima, con partenza da Viseu, entrambe saranno sostituite da un percorso alternativo, probabilmente all'interno dei confini spagnoli. "E' un peccato non poter visitare il Portogallo - ha affermato il direttore della Vuelta Javier Guillen, come riportato da Ansa - In una situazione come questa come organizzazione dobbiamo essere flessibili e pronti a cambiamenti, ma restano i rapporti con gli amici portoghesi perché un giorno torneremo da loro".