Nairo Quintana
Nairo Quintana

Becerril de la Sierra, 12 settembre 2019 - La tappa 18 della Vuelta 2019 rispedisce al mittente le velleità di rimonta in classifica generale di Nairo Quintana, che perde 1'01'' da un Primoz Roglic in pieno controllo della sua leadership. Per un colombiano che delude oggi ce n'è un altro che trova il primo successo in carriera: si tratta di Sergio Higuita, che sull'ultima ascesa liquida i compagni di fuga e trionfa in solitaria sul traguardo di Becerril de la Sierra, sul quale Miguel Angel Lopez si riappropria della maglia bianca strappandola a un ancora acerbo Tadej Pogacar.

La tappa di oggi

Dopo la frazione di ieri che a sorpresa ha stravolto la classifica generale, la Vuelta riparte dai 177 km da Comunidad de Madrid a Becerril de la Sierra, con in programma 4 GPM di prima categoria seppur senza arrivo in salita. Nonostante tanti tentativi di fuga, il gruppo si presenta compatto all'inizio del GPM verso Puerto de Navacerrada (11,8 km al 6,3%), che fa subito molta selezione, con Wout Poels (Ineos) che scollina per primo a coronamento di una cavalcata in solitaria. Sul primo passaggio sul Puerto de la Morcuera (13,2 km al 5%) davanti si crea un drappello composto da Nelson Oliveira (Movistar), Geoffrey Bouchard (AG2R La Mondiale), Omar Fraile (Astana), Jonas Koch (CCC), Sergio Higuita (EF Education First), Tobias Ludvigsson (Groupama-FDJ), Nick Schultz (Mitchelton-Scott), Louis Meintjes (Dimension Data), Tao Geoghegan Hart (Ineos), Neilson Powless (Jumbo-Visma), Oscar Rodriguez (Euskadi-Murias) ed Hermann Pernsteiner (Bahrain-Merida), oltre appunto a Poels. Sul passaggio sull'altro versante del Puerto de la Morcuera (10 km al 7%) i fuggitivi, protagonisti di scatti e controscatti, hanno oltre 5' di vantaggio sul gruppo. Il gap viene presto ridotto dal forcing dell'Astana, che fa da prologo all'attacco di Miguel Angel Lopez: i grandi rispondono tutti, con il solo Nairo Quintana in leggera difficoltà.

Sull'ultimo GPM di giornata, quello di Puerto de Cotos (13 km al 4,8%) davanti c'è il solo Higuita, inseguito dal gruppo maglia rossa arricchito da tanti ex fuggitivi e anche da un Lopez riassorbito dalla risposta pronta della Jumbo-Visma. Il colombiano dell'Astana ci riprova altre due volte e nel secondo tentativo a restare attardati sono Quintana, Tadej Pogacar e Rafal Majka (che poi rientra) mentre Alejandro Valverde e Primoz Roglic rispondono a tono. Dopo lo scollinamento, comincia la lunga discesa che conduce Higuita al meritato primo successo in carriera a coronamento di una grande cavalcata solitaria. Dopo 15'' dal colombiano della EF Education First arrivano Roglic, Valverde, Majka e Lopez, con quest'ultimo che strappa la maglia bianca a Pogacar che, insieme a Quintana, taglia il traguardo dopo 1'01'' dai rivali in classifica.

Ordine d'arrivo della tappa 18

1) S. Higuita (EF1) in 4h33'09''
2) P. Roglic (TJV) +15''
3) A. Valverde (MOV) +15''
4) R. Majka (BOH) +15''
5) M. A. Lopez (AST) +17''
6) C. F. Hagen (LTS) +1'16''
7) L. Meintjes (TDD) +1'16''
8) N. Quintana (MOV) +1'16''
9) T. Pogacar (UAD) +1'16''
10) O. Rodriguez (EUS) +3'47''


Classifica generale Vuelta 2019


1) P. Roglic (TJV) in 71h16'54''
2) A. Valverde (MOV) +2'50''
3) N. Quintana (MOV) +3'31''
4) M. A. Lopez (AST) +4'17''
5) T. Pogacar (UAD) +4'49''
6) R. Majka (BOH) +7'46''
7) W. Kelderman (SUN) +9'46''
8) C. F. Hagen (LTS) +11'50''
9) J. Knox (DQT) +12'44''
10) M. Soler (MOV) +21'09''