La gioia di Alexandre Geniez (LaPresse)
La gioia di Alexandre Geniez (LaPresse)

Faro de Estaca, 6 settembre 2018 - Cambia la maglia rossa alla Vuelta Espana 2018. Il nuovo leader della classifica generale è Jesus Herrada Lopez (Cofidis), superstite di una quasi fuga-bidone regolata da Alexandre Geniez (Ag2r).

Vuelta 2018, classifica e risultati dopo la tappa 13

Vuelta 2018, le pagelle della tappa 12 di Angelo Costa

La tappa 12 vede protagonisti 18 corridori - tra cui 4 italiani - che riescono a creare quella che nel gergo ciclistico viene chiamata la ''fuga bidone'': in un colpo solo saranno beffate sia le squadre dei velocisti che la Mitchelton-Scott dell'ormai ex maglia rossa Simon Yates. Il simbolo del primato si sposta sulle spalle di Jesus Herrada, mentre ad alzare le braccia al cielo al traguardo è Alexandre Geniez, che in volata regola i superstiti della fuga della prima ora. Tra essi figura Davide Formolo ma non un Vincenzo Nibali che negli ultimi km perde contatto dai battistrada: ottima comunque la frazione disputata dallo Squalo, bravo a partire all'attacco anche grazie a una condizione fisica in costante crescita.

Vuelta 2018, oggi tappa 13. Orari tv, percorso e favoriti

LA CRONACA - I 177 km da Mondonedo a Faro de Estaca, pur se con vari saliscendi, sono adatti alle ruote veloci, che in questo weekend di fuoco faticheranno non poco. Sulla prima asperità di giornata (l'Alto de Cadeira, 5,8 km al 6,4% di pendenza media) vanno in fuga 18 corridori, tra i quali Vincenzo Nibali, Dylan Teuns, Davide Formolo, Victor Campenaerts, Thomas De Gendt, Gianluca Brambilla, Valerio Conti, Lluis Mas e Jesus Herrada: dopo 40 km di gara questo drappello può contare su un vantaggio sul gruppo maglia rossa di 4'30'' che supererà addirittura gli 11' sull'Alto San Pedro (7,7 km al 5% di pendenza media). A 30 km dal traguardo l'intesa tra i fuggitivi comincia a vacillare, con vari tentativi di assolo da parte dei battistrada: quello vincente è portato avanti da Campenaerts, Padun, Brambilla, Formolo, Teuns, Devenyns, Van Baarle e Geniez che, con 1'50'' di vantaggio sul drappello Nibali e oltre 11' sul plotone principale, si giocheranno il successo di tappa. Anzi, a 5 km da Faro de Estaca Brambilla e Devenyns perdono contatto dagli altri 6, tra i quali la spunterà Alexandre Geniez grazie a una lunga e poderosa volata che non lascia scampo al ritorno di Dylan Van Baarle. Dopo 11'30'' taglia il traguardo anche il gruppo dove milita l'ormai ex maglia rossa Simon Yates, che perde il simbolo del primato appannaggio di Jesus Herrada.

Tappa 3, lunedì 27 agosto

ORDINE DI ARRIVO

1)A. Geniez (ALM) in 4h22'59''
2)D. Van Baarle (SKY) st
3)M. Padun (TBM) st
4)D. Teuns (BMC) st
5)V. Campenaerts (LTS) a 2''
6)D. Formolo (BOH) a 5''
7)G. Brambilla (TFS) a 24''
8)D. Devenyns (QST) a 48''
9)T. De Gendt (LTS) a 2'27''
10)V. Conti (UAD) a 2'29''

CLASSIFICA GENERALE

1)J. Herrada (COF) in 50h28'56''
2)S. Yates (MTS) a 3'22''
3)A. Valverde (MOV) a 3'23''
4)N. Quintana (MOV) a 3'36''
5)J. Izaguirre (TBM) a 3'39''
6)T. Gallopin (ALM) a 3'46''
7)E. Buchmann (BOH) a 3'46''
8)M.A. Lopez (AST) a 3'49''
9)R. Uran (EFD) a 3'54''
10)S. Kruijswijk (TLJ) a 4'05''
15)F. Aru (UAD) a 5'11''