Wout van Aert
Wout van Aert

Bologna, 6 ottobre 2021 – Caos totale per la nazionale belga ai Mondiali delle Fiandre, con Alaphilippe a conquistare la maglia iridata e van Aert staccato dopo una tattica suicida che ha tolto energie preziose alla squadra. Un attacco da lontano di Evenepoel avrebbe sparigliato le strategie impostate dal commissario tecnico e le settimane successive sono all’insegna della polemica. Remco Evenepoel dopo il Mondiale ha affermato di non aver ben compreso la tattica di squadra e che avrebbe avuto le gambe per vincere, ma a stretto giro di posta gli ha risposto Wout van Aert.

Non ha seguito le istruzioni


La medaglia d’argento olimpica non ha capito i movimenti di Evenepoel al Mondiale e, soprattutto, non ha apprezzato il fatto che abbia parlato pubblicamente dei problemi emersi in Belgio: “Non ci siamo chiariti – le parole di van Aert a De Tribune, come riportato da Cyclingnews – Io e lui possiamo correre insieme ma servono passi avanti dal punto di vista della comunicazione. Tattica al Mondiale? Avremmo dovuto parlarne tra noi e non in un studio tv, credo che la strategia non fosse quella di utilizzare Remco in quel modo. Ha attaccato presto ma in quella fase al lavoro dovevano esserci Lampaert e Campenaerts”.

Leggi anche - Mondiali ciclismo, bis di Alaphilippe