Dave Brailsford
Dave Brailsford

Londra, 17 aprile 2020 – Due giorni fa l’Uci ha riprogrammato le date del Tour de France dal 29 agosto al 20 settembre, sostenendo come la Grand Boucle rappresenti un traino per tutto il movimento ciclistico essendo il terzo evento sportivo più visto al mondo, ma le squadre continuano a monitorare la sicurezza sanitaria dei loro corridori, riservandosi il diritto di prendere decisioni nette. Se non ci fossero le condizioni di sicurezza alcuni team potrebbero ritirare le squadre. Tra questi il Team Ineos di Egan Bernal, Geraint Thomas e Chris Froome.

Lo ha affermato il general manager del Team Ineos, Dave Brailsford, al Guardian: “La gara è stata riprogrammata in calendario e noi pianificheremo di partecipare, ma ci riserviamo il diritto di ritirare la squadra se fosse necessario – le parole di Brailsford – Valuteremo l’evoluzione delle cose come abbiamo fatto alla Parigi-Nizza, ci sembra un approccio ragionevole e ragionato”.