L'altimetria della decima tappa
L'altimetria della decima tappa

Ile d’Oleron, 8 settembre 2020 – Dopo il giorno di riposo al Tour de France riparte oggi martedì 8 settembre da Ile d’Oleron per una tappa 10 completamente pianeggiante ma con il rischio vento, essendo quasi interamente sul mare.  E, come abbiamo visto pochi giorni fa, nella settima frazione, i ventagli possono fare più distacchi in classifica delle aspre salite pirenaiche (chiedere a Pogacar  e Landa).  Fuori dai giochi sia Fabio Aru sia Domenico Pozzovivo che, per motivi diversi, si sono ritirati domenica dalla Grande Boucle. Il sardo ha mollato durante la tappa 9, dopo essersi staccato alla prima asperità di giornata.  "Non so proprio cosa mi stia succedendo, non ho risposte e questa cosa mi fa soffrire", la prima dichiarazione di Aru. Il 37enne scalatore lucano della Ntt ha invece lasciato per le conseguenze della caduta nella frazione inaugurale a Nizza, quando aveva urtato la mano di uno spettatore proteso oltre le transenne per scattare una foto, infortunandosi seriamente a un gomito. "Il dolore è insopportabile - le parole di Pozzovivo - e se cadessi un'altra volta potrei aggravare di molto la situazione",

La classifica del Tour de France dopo la tappa 9

Il percorso

Si corre nel nord della Francia, con partenza sull’isola atlantica di Oleron per poi rientrare verso la penisola con passaggi dalle cittadine di Rochefort e La Rochelle con conclusione a Saint Martin de Re, sull'isola di Ile de Re. Tappa di 168 chilometri pianeggiante, senza gran premi della montagna ma con il rischio di ventagli se l’andatura sarà elevata. Il finale non presenta curve particolarmente pericolose e sarà un grande opportunità dei velocisti, che potrebbero avere vita facile nel tenere a bada una eventuale fuga grazie alla morfologia totalmente piatta.  Le previsioni meteo sono buone, ci sarà il sole con temperature miti, con un vento dato a circa 11 nodi in direzione nord-ovest. Per gli spettatori anche grandi paesaggi marittimi da gustare.

Favoriti

Sarà tappa con un arrivo in volata quasi scontato e l’Italia, purtroppo, ha perso il suo velocista principe. Si è ritirato infatti Giacomo Nizzolo, campione italiano ed europeo, così le speranze sono affidate a Elia Viviani, ancora acciaccato dalla cisti al piede, a Niccolò Bonifazio, Matteo Trentin e Sonny Colbrelli. Tra i favoriti principali i soliti noti: Peter Sagan, Sam Bennett, Wout Van Aert e Mads Pedersen.

Orari tv

Diretta tv a pagamento su Eurosport 1, canale 210 di Sky, visibile in streaming anche su Eurosport Player e Dazn dalle 13.25. Diretta in chiaro su Rai Due dalle 14 e in streaming su Raiplay.

Le pagelle dopo la prima settimana - di Angelo Costa