Nairo Quintana vince tappa 18 (Lapresse)
Nairo Quintana vince tappa 18 (Lapresse)

Valloire, 25 luglio 2019 - La tappa 18 del Tour de France 2019 sorride alla Colombia: il più felice è Nairo Quintana, che si inserisce nella fuga del mattino e sulle pendenze più dure del Galibier fa la differenza, portando a casa la frazione e rosicchiando 5'18'' alla maglia gialla Julian Alaphilippe. Il leader della classifica generale perde 32'' da Egan Bernal ma mantiene il simbolo del primato sfruttando proprio la confusione in casa Ineos, con Geraint Thomas che si è lanciato all'inseguimento del suo compagno di squadra, che adesso lo precede di 5'' in graduatoria.

Tappa 18, le pagelle di Angelo Costa

La tappa di oggi

Con i 208 km da Embrun a Valloire comincia il temibile trittico alpino: in programma oggi 4 GPM, di cui uno di prima categoria e due Hors Categorie. Sulla Cote des Demoiselles Coiffees (3,9 km al 5,2% di pendenza media) si vedono i primi scatti in seno al gruppo, ma la fuga buona, che annovera 34 corridori, parte poco dopo: tra gli attaccanti si vedono Romain Bardet (AG2R-La Mondiale), Damiano Caruso (Bahrain-Merida), Alberto Bettiol (EF Education First), Adam Yates (Mitchelton-Scott), Greg Van Avermaet (CCC), la maglia a pois Tim Wellens (Lotto-Soudal) e soprattutto il trio della Movistar composto da Nairo Quintana, Andrey Amador e Carlos Verona (Movistar). Sul Col de Vars (9,3 km al 7,5%, con punte al 10%) il drappello in avanscoperta può contare su 7'25'' di vantaggio sul gruppo maglia gialla: sul tratto più duro Van Avermaet e Julien Bernard lasciano i compagni di fuga e affrontano l'inizio dell'Izoard (14,1 km al 7,3%), sul quale il francese della Trek-Segafredo resta presto da solo. A scollinare per primo sulla celebre vetta alpina è però Caruso, che insieme a un drappello di inseguitori, tra i quali Bardet, Quintana e Yates, ha raggiunto Bernard.

La situazione davanti continua a essere frenetica anche all'inizio della scalata sul Galibier (23 km al 5,1%, ma con punte dell'11% nell'ultimo tratto): la frustata più forte la dà Quintana a 7 km dallo scollinamento, con Bardet e Alexey Lutsenko che si gettano al suo inseguimento. Nel gruppo maglia gialla ad accendere la miccia è invece Egan Bernal, seguito poi dal compagno di squadra Geraint Thomas: le due rasoiate tagliano fuori dai giochi Enric Mas, prezioso gregario di Julian Alaphilippe, che infatti va in difficoltà. Il leader della classifica si riscatta però sulla lunga discesa che conduce a Valloire, dove ad arrivare per primo è Quintana, che in un colpo solo conquista la prima frazione alpina e riaccende anche le sue ambizioni di podio. Sorride pure il suo connazionale Bernal, che guadagna 32'' su un Alaphilippe che esce indenne anche dal primo esame alpino soprattutto grazie alla confusione che regna in casa Ineos.

Tour de France, presentazione della tappa 19

Ordine d'arrivo della tappa 18

1) N. Quintana (MOV) in 5h34'15''
2) R. Bardet (ALM) +1'35''
3) A. Lutsenko (AST) +2'28''
4) L. Kamna (SUN) +2'58''
5) D. Caruso (TBM) +3'00''
6) T. Benoot (LTS) +4'46''
7) M. Woods (EF1) +4'46''
8) E. Bernal (INS) +4'46''
9) S. Pauwels (CCC) +4'46''
10) S. Kruijswijk (TJV) +5'18''
21) F. Aru (UAD) +7'24''.

Classifica generale Tour de France 2019

1) J. Alaphilippe (DQT) in 75h18'49''
2) E. Bernal (INS) +1'30''
3) G. Thomas (INS) +1'35''
4) S. Kruijswijk (TJV) +1'47''
5) T. Pinot (GFC) +1'50''
6) E. Buchmann (BOH) +2'14''
7) N. Quintana (MOV) +3'54''
8) M. Landa Meana (MOV) +4'54''
9) R. Uran (EF1) +5'33''
10) A. Valverde (MOV) +5'58''
14) F. Aru (UAD) +16'21''


false