Mende, 21 luglio 2018 - La tappa 14 del Tour de France 2018 è sostanzialmente divisa in due corse: nella prima si lotta per la vittoria della frazione, che sarà una sfida tra i 32 corridori partiti in fuga. A spuntarla sarà lo spagnolo dell'Astana Omar Fraile, che andrà a riprendere in prima persona Stuyven, a sua volta superato anche da Alaphilippe: quarto all'arrivo uno straordinario Sagan. Per quanto riguarda i grandi della classifica generale, è l'accelerata di Roglic a sparigliare le carte sulla Cote de la Croix Neuve: lo sloveno guadagnerà 8'' su Froome, Thomas e Dumoulin, mentre Bardet e Quintana appariranno molto più in difficoltà.

Tour de France 2018, classifica e risultati dopo la tappa 15

Tour de France 2018, la tappa 15. Orari tv, percorso e favoriti

LA CRONACA - I 188 km da Saint Paul Trois Chateau a Mende, con 4 GPM, sono ideali per le fughe da lontano. Infatti sono ben 32 i corridori a lanciarsi in un attacco e tra essi ci sono Caruso, Rolland, Geschke, Van Avermaet, Alaphilippe, Gilbert, Sagan, Bodnar, De Gendt, Calmejane e Chavanel. All'inizio della Cote du Grand Chataignier (1 km con pendenza del 7,4%) i battistrada hanno 6'40'' sugli inseguitori, mentre sul Col de la Croix de Berthel (9,1 km al 5,3%) il gap supererà i 10', con Gorka Izagirre che prova a uscire dal gruppo dei fuggitivi. Lo spagnolo della Bahrain Merida sarà poi raggiunto sul Col du Pont Sans Eau (3,3 km al 6,3%) da Slagter e Stuyven, con i quali scollinerà con un vantaggio di 45'' sugli ex compagni di fuga e quasi 15' sul gruppo maglia gialla. In discesa è Stuyven a partire in solitaria, inseguito da inizialmente da Izagirre, Slagter, De Gendt e Calmejane, che saranno poi raggiunti da altri 15 corridori, attardati di 1'15'' dal belga. Sulla Cote de la Croix Neuve (3 km micidiali al 10%) De Gendt, Fraile, Martinez e Alaphilippe si lanciano all'inseguimento di Stuyven. La missione riuscirà a Fraile prima e Alaphilippe poi: il francese arriverà a Mende affiancato al belga, mentre il successo di tappa va a Omar Fraile dell'Astana. Da segnalare il quarto posto di un immenso Peter Sagan. Lo spettacolo di giornata però non è finito perché c'è da aspettare l'arrivo del gruppo dei migliori della classifica generale: il primo colpo di scena sulla temutissima Cote de la Croix Neuve è la foratura di Daniel Martin (che perderà quasi 2' dai big), mentre il primo attacco è portato da Mikel Landa, che però non va il vuoto come Primoz Roglic. Lo sloveno regolerà il drappello dei migliori guadagnando 8'' su Thomas, Froome e Dumoulin, mentre Bardet arriverà dopo 20''.

Tour de France 2018, tappa 14. Le pagelle di Angelo Costa

Ordine di arrivo

1)O. Fraile Matarranz (AST) in 4h41'57''
2)J. Alaphilippe (QST) a 6''
3)J. Stuyven (TFS) a 6''
4)P. Sagan (BOH) a 12''
5)D. Caruso (BMC) a 17''
6)S. Geschke (SUN) a 19''
7)N. Edet (COF) a 19''
8)L. Calmejane (TDE) a 23''
9)D. Impey (MTS) a 30''
10)T. De Gendt (LTS) a 37''

Classifica generale

1)G. Thomas (SKY) in 58h10'44''
2)C. Froome (SKY) a 1'39''
3)T. Dumoulin (SUN) a 1'50''
4)P. Roglic (TLJ) a 2'38''
5)R. Bardet (ALM) a 3'21''
6)M. Landa (MOV) a 3'42''
7)S. Kruijswijk (TLJ) a 3'57''
8)N.A. Quintana (MOV) a 4'23''
9)J. Fuglsang (AST) a 6'14''
10)D. Martin (UAD) a 6'54''

Nibali si ritira dal Tour dopo la caduta. Ecco cosa è successo

Tour de France, la caduta di Nibali al Tour (Ansa)