Mathieu Van Der Poel (Ansa)
Mathieu Van Der Poel (Ansa)

Castelfidardo, 14 marzo 2021 - Muri, freddo, pioggia e vento: lo scenario della tappa 5 della Tirreno Adriatico 2021 è quello preferito dell'asso del ciclocross Mathieu Van Der Poel, che scatta a 42 km dal traguardo e vince la sua seconda frazione in questa Corsa dei Due Mari, sul cui successo finale mette una bella ipoteca Tadej Pogacar. Lo sloveno si lancia in solitaria all'inseguimento dell'olandese: la missione fallisce nonostante una poderosa rimonta, ma la maglia azzurra allunga su Wout Van Aert, ora lontano in graduatoria 1'15'', mentre il resto degli uomini più attesi non riesce a tenere il passo dei tre veri signori della Tirreno Adriatico. Domani, nonostante un tracciato comunque mosso, la carovana dovrebbe rifiatare nella tappa 6 visto che la Castelraimondo-Lido di Fermo in teoria offre il terreno perfetto per i velocisti o qualche coraggioso finisseur.

Schachmann vince la Parigi Nizza 2021

La cronaca

A causa delle folli velocità iniziali la fuga fatica a decollare: a riuscire a evadere dal gruppo sono Robert Stannard (Team BikeExchange), Jonas Rickaert (Alpecin-Fenix), Pello Bilbao (Bahrain Victorious), Davide Ballerini (Deceuninck-Quick Step) e Filippo Ganna (Ineos Grenadiers), che guadagnano fino a un massimo di 4'30''. Negli ultimi 65 km la corsa si accende nel gruppo, dove a rompere gli indugi è Mathieu Van Der Poel (Alpecin-Fenix) con una rasoiata che fa male ai rivali, tra cui un Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step) alle prese anche con problemi meccanici: il campione iridato perde le ruote del drappello dei migliori, che si riporta sui fuggitivi. L'altro affondo vede protagonista Egan Bernal (Ineos Grenadiers) che, oltre a Van Der Poel, si trascina dietro Tadej Pogacar (UAE Team Emirates), Wout Van Aert (Jumbo-Visma) e Sergio Higuita (EF Education-Nippo). I muri marchigiani sono il terreno perfetto per Van Der Poel, che fa il vuoto a 42 km dal termine, mentre portano guai a Pogacar, che si ferma per un guaio alla bici: a fatica la maglia azzurra riesce a rientrare. A 16 km dal traguardo proprio Pogacar scatta e raggiunge, superandoli, Fabio Felline (Astana-Premier Tech) e Marc Soler (Movistar). Questi ultimi vengono ripresi e sorpassati da Van Aert, mentre il leader della classifica generale se ne va in solitaria: nessuno riesce a riportarsi su uno strepitoso Van Der Poel, che va in sofferenza negli ultimi 2 km ma riesce a vincere la seconda frazione della sua Tirreno Adriatico. Nonostante la rimonta fallita per pochi secondi, festeggia anche Pogacar, che incrementa il vantaggio in classifica su Van Aert (ora distante 1'15'') e mette una seria ipoteca sul successo finale della Corsa dei Due Mari.

Ordine d'arrivo tappa 5 Tirreno Adriatico 2021

1) Mathieu Van Der Poel (AFC) in 4h48'17''
2) Tadej Pogacar (UAD) +10''
3) Wout Van Aert (TJV) +49''
4) Fabio Felline (APT) +1'26''
5) Egan Bernal (IGD) +2'07''
6) Davide Formolo (UAD) +2'07''
7) Tim Wellens (LTS) +2'18''
8) Alessandro De Marchi (ISN) +2'18''
9) Mikel Landa Meana (TBV) +2'25''
10) Matteo Fabbro (BOH) +2'45''








Classifica generale Tirreno Adriatico 2021

1) Tadej Pogacar (UAD) in 22h41'41''
2) Wout Van Aert (TJV) +1'15''
3) Mikel Landa Meana (TBV) +3'00''
4) Egan Bernal (IGD) +3'30''
5) Matteo Fabbro (BOH) +3'54''
6) Tim Wellens (LTS) +4'30''
7) Joao Almeida (DQT) +4'42''
8) Romain Bardet (DSM) +5'03''
9) Vincenzo Nibali (TFS) +5'54''
10) Simon Philip Yates (BEX) +6'58''








Leggi anche - Giro d'Italia 2021, mistero sulla partecipazione di Hindley