Simon Yates (Ansa)
Simon Yates (Ansa)

San Benedetto del Tronto, 14 settembre 2020 - La tappa 8, nonché l'ultima, della Tirreno-Adriatico 2020 incorona Simon Yates, che difende il vantaggio in classifica dai tentativi di rimonta di Geraint Thomas e Rafal Majka e conquista il Tridente, riscattando la beffa subita dal gemello Adam nella scorsa edizione: stavolta la cronometro finale non è fatale per un Yates com'era stato l'anno scorso, quando Primoz Roglic vinse per meno di 1''. Tempo di festeggiamenti anche per Filippo Ganna: il campione nazionale a cronometro, con il tempo di 10'42'', consegna all'Italia il primo successo parziale in questa Tirreno-Adriatico, oltre a scrivere il record assoluto di questo circuito.

Il primo corridore a scendere in strada è Matthias Brandle (Israel Start-Up Nation), che piazza subito un interessante 11'30''. Il tempo dell'austriaco è battuto presto dal 10'42'' del campione italiano di specialità Filippo Ganna (Ineos Grenadiers): nemmeno specialisti del calibro di Victor Campenaerts (NTT), Rohan Dennis (Ineos Grenadiers) e Jos Van Emden (Jumbo-Visma) riescono a superare il risultato dell'azzurro, completando le rispettive prove con un ritardo rispettivamente di 18'', 26'' e 39''. Niente da fare anche per Tobias Ludvigsson (Groupama-FDJ) e Jan Tratnik (Bahrain-McLaren), che impiegano 33'' e 39'' più di Ganna. Intanto arrivano al traguardo anche Chris Froome (Ineos Grenadiers) e Mathieu Van Der Poel (Alpecin-Fenix), che chiudono in 12'15'' e con un ottimo 11'28''. Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) mette a referto un 11'58'', mentre con un 11'35'' fa leggermente meglio Jakob Fuglsang (Astana).

I riflettori si spostano poi sui corridori in lotta per la classifica generale, che subisce uno scossone rispetto a ieri: Rafal Majka (Bora-Hansgrohe) termina la sua prova in 11'45'' e perde la seconda piazza appannaggio di Geraint-Thomas (Ineos Grenadiers), che percorre la crono in 11'10''. Lo sforzo del britannico non basta a superare in graduatoria il connazionale Simon Yates (Mitchelton-Scott), che con il suo 11'32'' difende la maglia azzurra, impresa che nella scorsa edizione non riuscì al gemello Adam, beffato all'ultimo respiro per appena 1'' da Primoz Roglic. E' festa anche per Ganna, che porta all'Italia la prima frazione di questa Tirreno-Adriatico e lo fa confermandosi sempre di più uno dei migliori uomini nelle gare contro il tempo.

Ordine d'arrivo tappa 8 Tirreno-Adriatico 2020

1) Filippo Ganna (IGD) in 10'42''
2) Victor Campenaerts (NTT) +18''
3) Rohan Dennis (IGD) +26''
4) Geraint Thomas (IGD) +28''
5) Tobias Ludvigsson (GFC) +33''
6) Benjamin Thomas (GFC) +34''
7) Jos Van Emden (TJV) +39''
8) Nathan Van Hooydonck (CCC) +40''
9) Jan Tratnik (TBM) +40''
10) Michael Matthews (SUN) +42''








Classifica generale finale Tirreno-Adriatico 2020

1) Simon Yates (MTS) in 32h07'34''
2) Geraint Thomas (IGD) +17''
3) Rafal Majka (BOH) +29''
4) Wilco Kelderman (SUN) +56''
5) Aleksandr Vlasov (AST) +58''
6) Fausto Masnada (DQT) +1'18''
7) Jamex Knox (DQT) +1'41''
8) Michael Woods (EF1) +2'12''
9) Gianluca Brambilla (TFS) +3'02''
10) Jack Haig (MTS) +3'10''