Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
4 set 2020
4 set 2020

Tour de France 2020, tappa 7. Risultati e classifica. Bis di Van Aert

Il belga della Jumbo-Visma vince ancora in volata. I ventagli della Bora-Hansgrohe e della Ineos Grenadiers fanno saltare la corsa: perdono 1'20'' Pogacar, Landa, Mollema e Porte

4 set 2020
epa08642129 Belgian rider Wout Van Aert of Jumbo-Visma team wins the 5th stage of the Tour de France over 183km from Gap to Privas, France, 02 September 2020  EPA/Thibault Camus / Pool
Wout Van Aert (Ansa)
epa08642129 Belgian rider Wout Van Aert of Jumbo-Visma team wins the 5th stage of the Tour de France over 183km from Gap to Privas, France, 02 September 2020  EPA/Thibault Camus / Pool
Wout Van Aert (Ansa)

Lavaur, 4 settembre 2020 - La tappa 7 del Tour de France 2020, sulla carta piuttosto semplice, si rivela ricca di insidie sia per molti velocisti, tagliati fuori dal forcing della Bora Hansgrohe, sia soprattutto per gli uomini di classifica. Un ventaglio aperto dalla Ineos Grenadiers lascia infatti dietro Richard Carapaz, Bauke Mollema, Richie Porte, Mikel Landa e soprattutto Tadej Pogacar, che tagliano il traugardo di Lavaur con un ritardo di 1'20''. Se alla vigilia dell'arrivo sui Pirenei alcuni big masticano amaro, sorridono Adam Yates, che resta in giallo e soprattutto Wout Van Aert, che in volata trova la sua personale doppietta in questo Tour: il tutto dopo aver lavorato alla grande da gregario per Primoz Roglic e Tom Dumoulin.

Dopo 9 km la maglia a pois Benoit Cosnefroy (AG2R La Mondiale) esce dal gruppo per guadagnare punti nella classifica GPM: il francese è raggiunto da Michael Schar (CCC). Entrambi vengono presto ripresi grazie al forcing della Bora-Hansgrohe, che aziona un ventaglio che taglia fuori quasi tutti i velocisti più attesi: restano attardati Caleb Ewan, Giacomo Nizzolo, Alexander Kristoff, Elia Viviani, Cees Bol e Sam Bennett. Quest'ultimo, complice il grande lavoro della Deceuninck-Quick Step, riesce a rientrare nel primo drappello di inseguitori, mentre i restanti sprinter sprofondano. Bravi e fortunati invece altri candidati al successo di tappa come Wout Van Aert, Bryan Coquard, Sonny Colbrelli e Matteo Trentin, oltre ovviamente a un Peter Sagan in grande spolvero insieme alla sua squadra. Ad animare il gruppo negli ultimi 30 km ci pensano il breve tentativo in avanscoperta di Thomas De Gendt (Lotto Soudal) ma soprattutto i ventagli: quello aperto dalla Ineos Grenadiers miete vittime illustri come Richard Carapaz, Bauke Mollema, Richie Porte, Mikel Landa e soprattutto Tadej Pogacar, che perdono 1'20'' al traguardo. Non solo gli uomini in lotta per la classifica generale: restano dietro anche Matteo Trentin, Sonny Colbrelli e Greg Van Avermaet, che non possono così partecipare alla volata che sarà vinta da Wout Van Aert, che trova la sua personale doppietta in questo Tour stravolto dal vento.

Ordine d'arrivo tappa 7 Tour de France 2020

1) Wout Van Aert (TJV) in 3h32'03''
2) Edvald Boasson Hagen (NTT) st
3) Bryan Coquard (BVC) st
4) Christophe Laporte (COF) st
5) Jasper Stuyven (TFS) st
6) Clément Venturini (ALM) st
7) Hugo Hofstetter (ISN) st
8) Egan Bernal (IGD) st
9) Adam Yates (MTS) st
10) Alejandro Valverde (MOV) st

Classifica generale Tour de France 2020

1) Adam Yates (MTS) in 30h36'00''
2) Primoz Roglic (TJV) +3''
3) Guillaume Martin (COF) +9''
4) Egan Bernal (IGD) +13''
5) Tom Dumoulin (TJV) +13''
6) Nairo Quintana (ARK) +13''
7) Romain Bardet (ALM) +13''
8) Miguel Angel Lopez (AST) +13''
9) Thibaut Pinot (GFC) +13''
10) Rigoberto Uran (EF1) +13''
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?