Federica Brignone
Federica Brignone

Val di Fassa, 28 febbraio 2021 – Dopo un mese deludente tra Mondiali e Coppa del Mondo, Federica Brignone torna a essere la migliore in supergigante. La valdostana ha riscattato le recenti prove riconquistando il gradino più alto del podio in Val di Fassa battendo colei che sembrava inarrestabile dopo cinque vittorie in sei gare, ovvero Lara Gut. Terza Corinne Suter, sempre costante. Terribili cadute per Lie e Schneeberger per cui si tema una rottura del perone.

Brignone stavolta perfetta

Con meno parte di scorrimento rispetto alla discesa, stavolta Federica Brignone è riuscita a ritrovare feeling con la neve e una pista, la Volata, disegnata oggi come un gigantone, con tanti curvoni da raccordare come solo lei sa fare. E infatti la reazione è arrivata, con pulizia, linee, carvate da paura e utilissime a creare velocità: 1’14”61 il tempo di Brignone, sfruttando il pettorale 5, che ha fatto inchinare anche sua maestà Lara Gut, scesa con il 7, di ben 59 centesimi. La ticinese è stata più imprecisa nella zona centrale, con qualche sbavatura di troppo rispetto al suo solito. Ancora solida e concreta Corinne Suter, terza a 72 centesimi, di poco davanti a Elena Curtoni, alla fine quarta con 78 centesimi di ritardo. Il successo odierno issa Brignone nella storia dello sci alpino italiano, infatti con 16 successi raggiunge in testa alla classifica all time italiana Deborah Compagnoni. In generale ottima giornata per i colori italiani con Marsaglia ottima quinta e Bassino sesta, peccato per Pirovano uscita anche se gli intermedi non erano eccellenti.

Due brutte cadute

Purtroppo la gioia per la vittoria azzurra è attenuata da due bruttissime cadute. La prima ha portato ad una lunga interruzione e ha coinvolto la norvegese Lie, scesa con il pettorale 13 e rotolata nelle reti con una brutta torsione del ginocchio. Si teme un infortunio grave. Stessa sorte per l’austriaca Schneeberger con il pettorale 21 che ha inforcato una porta andando in extra rotazione con le gambe, in questo caso le immagini parlano chiaro e il rischio di una frattura alla gamba è evidente.

Classifica supergigante Val di Fassa

1 Brignone 1’14”61
2 Gut +0.59
3 Suter +0.72
4 Curtoni +0.78
5 Marsaglia +0.83
6 Bassino +0.86
7 Mowinckel +0.90
8 Tippler +1.17
9 Worley +1.49
10 Johnson +1.54








Leggi anche - Sci, Zubcic vince il gigante di Bansko