Nick Foles, quarterback degli Eagles e nuovo idolo del Super Bowl (Ansa)
Nick Foles, quarterback degli Eagles e nuovo idolo del Super Bowl (Ansa)

Minneapolis (Usa), 5 febbraio 2018 - Gli Eagles hanno vinto - ed è la prima volta - la 52esima edizione del Super Bowl sconfiggendo i New England Patriots di Boston 41-33. E così le Aquile di Filadelfia si aggiudicano il primo titolo Nfl, contro i 6 conquistati dai Patriots, superfavoriti della vigilia (hanno vinto anche lo scorso anno). Un incontro gelido, metereologicamente parlando: la temperatura esterna allo stadio ea di - 22 gradi. E che è andato in onda anche qui da noi, su Italia 1.

Grandi emozioni dunque al modernissimo Us Bank Stadium di Minneapolis, e non solo per lo sport:  show musicale dell'half time si è materializzato un ologramma di Prince - morto nell'aprile 2016 per overdose di farmaci - che ha incantato l'intero stadio con la sia voce duettando con Justine Timberlake sulle note di 'I Would Die 4 You'. 

image

Tornando alla partita, è stato un errore di Tom Brady, 40enne quarterback idolo dell'Nfl, a mettere la parola fine alle speranze dei Patriots. In molti si sono emozionati per le lacrime in tribuna di Vivian, la figlia di cinque anni, e di Gisele Bundchen (FOTO), la bellissima moglie top model. 

E una nuova star del super bowl si fa strada nel cuore degli appassionati: Eagles Nick Foles, 29 anni, quarterback degli Eagles: è stato nominato il miglior giocatore della partita dell'anno. La squadra di Filadelfia ha ben meritato la vittoria: una sola volta i Patriots sono riusciti ad andare in vantaggio per 33 a 32. Ma gli Eagles di Foles, a poco più di due minuti dalla fine, si sono riportati in vantaggio.
Oltre 100 milioni gli spettatori incollati alla tv per la finale, ma non sono cifre da record: il Super Bowl continua a perdere seguaci anche se attira sponsor in grado di pagare fino a 5 milioni di euro per 30 secondi di spot.