Simon Maurberger
Simon Maurberger

Bologna, 14 maggio 2020 - Un infortunio arrivato nel momento migliore. Simon Maurberger ancora ricorda la rottura del crociato e del menisco nel parallelo di Chamonix, in una fase di stagione che lo stava vedendo protagonista ad alti livelli con una sciata pulita ed efficace che gli aveva permesso di scalare le classifiche. Ma il coronavirus, se vogliamo, ha dato più tempo al 24enne carabiniere per recuperare e farsi trovare pronto per la nuova stagione, che avrà come obiettivo principale i Mondiali di Cortina 2021.

"E' stata una vera sfortuna - ha affermato Maurberger ai canali Fisi - Stavo sciando bene, venivo da due top ten a Zagabria e Schladming, il clima anche in squadra era sereno e fisicamente ero al top, peccato. Ora sto lavorando per tornare, tra due mesi dovrei essere di nuovo al top e sugli allenamenti ricominceremo di pari passo tra slalom e gigante: porterò avanti entrambe le specialità per tornare al livello di prima. Poi sul programma di gare valuteremo con calma". Ma la prossima stagione è quella dei Mondiali in Italia: "Speriamo che la situazione mondiale possa migliorare, anche se per un po' di tempo il nostro modo di vivere sarà diverso. Mi auguro però di poter sciare davanti ai 50mila di Schladming ed essere protagonista ai Mondiali di Cortina".